Prostata: che cos’è e quali problemi maschili causa

Ecco che cos'è la prostata e quali problemi può causare agli uomini quando è infiammata o si sviluppano determinate malattie

Prostata: che cos'è e quali problemi maschili causa
Prostata: che cos'è e quali problemi maschili causa

La prostata è un organo dell’apparato genitale maschile la cui forma è rotondeggiante, che si trova nella pelvi, poco al di sotto della vescica e davanti al retto. Si tratta di una ghiandola di piccole dimensioni che circonda la parte superiore dell’uretra. La sua funzione principale è il contribuire nella produzione di sperma, poiché secerne parte del liquido seminale emesso nel corso dell’eiaculazione. Data la posizione in cui si trova, la prostata ha influenza su minzione, erezione ed eiaculazione. Se i suddetti processi fisiologici subiscono un’alterazione, allora è bene fare una visita perché proprio l’alterazione può essere sinonimo di malattie alla prostata.

Prostata: quali problemi causa?

Generalmente, con l’avanzare delle età iniziano a sorgere i primi problemi alla prostata, poiché questa ghiandola può subire un’ipertrofia prostatica benigna e in certe situazioni, anche il tumore prostatico. Tumore che purtroppo si verifica frequentemente per ciò che concerne il sesso maschile. Le malattie prostatiche sono molto comuni e i primi sintomi sono:

    • le dimensioni prostatiche possono aumentare causando disturbi minzionali
    • la prostata si può infiammare e provocare forti dolori
    • i problemi prostatici possono peggiorare fino a sviluppare tumori benigni o maligni.

Informazione Pubblicitaria

Questi tre sintomi consentono una ulteriore distinzione delle malattie prostatiche in tre categorie: ipertrofia prostatica benigna, prostatite e tumore della prostata. Di solito le prostatiti colpiscono quando si è giovani, l’ipertrofia prostatica invece quando si supera la soglia dei 40 anni e a volte i sintomi dell’ipertrofia possono essere simili a quelli del cancro alla prostata. Ecco perché dopo i 45-50 anni è consigliabile fare visite urologiche preventive in modo da individuare e stroncare al più presto l’insorgere di eventuali patologie neoplastiche.

Come prevenire problemi alla prostata e quali i fattori di rischio?

I controlli periodici sono ancora più essenziali se si ha avuto in famiglia un padre, un fratello ecc. con un tumore alla prostata. Questo perché un episodio pregresso del genere aumenta le probabilità che ci si possa ammalare a propria volta. Bisogna tener conto anche delle predisposizioni genetiche a questo tipo di cancro. Inoltre, un grosso fattore di rischio è l’obesità che può portare a questa malattia anche in età giovanile. Per prevenire questo tipo di problemi ci vuole uno stile di vita sano che tuteli la ghiandola prostatica. Un aiuto viene dato da una dieta con molte fibre e antiossidanti, quindi pesce, verdure, frutta, pesce con omega 3 ecc. che stimola il sistema immunitario e protegge le funzioni prostatiche. Importante fare esercizio fisico, perché studi hanno provato che negli uomini sedentari il PSA tende ad accrescere.