Parquet: ritorno ai colori naturali

Il parquet è il rivestimento per eccellenza tra tutti i rivestimenti. Ecco quali sono i colori più utilizzati che fanno la differenza

Parquet: ritorno ai colori naturali
Parquet: ritorno ai colori naturali

I rivestimenti, come anche il parquet, seguono solitamente il ritorno di tendenza di quello che è il mood, lo stile del momento. Per quel che concerne il parquet, c’è un ritorno ai colori naturali, sinonimo di sostenibilità e cura verso l’ambiente. Ma vediamo più nel dettaglio lo stile di parquet più in voga per i pavimenti delle abitazioni e il perché del ritorno a tonalità più naturali del suddetto rivestimento.

Informazione Pubblicitaria

Parquet: come mai il ritorno a colori naturali?

«Gli ultimi due decenni hanno visto un ritorno del minimalismo come stile più scelto per le abitazioni», ci spiega un architetto esperto. «Quindi elementi di arredamento minimali, con forme pure, geometrie semplici, essenziali, senza fronzoli. Ciò richiede anche che i rivestimenti seguano quella linea. Per questo, piuttosto che utilizzare rivestimenti quali parquet che si presentano in modo artificioso non solo per il colore ma anche per la posa in opera, si è tornati a una tonalità più minimale. Questo, sia nelle tonalità neutre del legno che riprendono la classica colorazione del legno naturale, quindi una tonalità più chiara, più tenue, sia nella posa in opera. Si predilige un  parquet spesso e volentieri posato con listelli molto grandi. Inoltre, si evitano le frammentazioni, per cui le pavimentazioni assumono sempre più il valore di un tutt’uno»

Parquet: qual è la tendenza del momento?

«La tendenza si esplica anche attraverso una ricerca di naturalezza», prosegue l’architetto, «Oggi si sente sempre più parlare di sostenibilità, attenzione verso l’ambiente. La scelta del rivestimento richiama una ricerca di materiali in sintonia con la natura, con l’ambiente. Per cui si hanno materiali naturali, la progettazione è finalizzata alla naturalizzazione degli ambienti interni. Per questa ragione, c’è un no alla finzione e il sì all’utilizzo di materiali naturali o simil naturali che mantengano le caratteristiche di materiale di derivazione. Tutto ciò si traduce in utilizzo del parquet che conferisce maggiore ricercatezza all’ambiente. È inoltre funzionale perché il parquet se ben curato, può avere una durata importante».