Coronavirus e prezzo energia elettrica: quali le conseguenze?

Coronavirus e prezzo energia elettrica: quali le conseguenze? Ecco quanto ha influito l'emergenza Covid-19 sul prezzo della luce

Coronavirus e prezzo energia elettrica: quali le conseguenze?
Coronavirus e prezzo energia elettrica: quali le conseguenze?

L’emergenza Coronavirus ha portato conseguenze pesanti in ogni settore, dal sistema sanitario a quello economico, causando un brusco calo degli introiti per numerose attività. Dopo due mesi chiusi in casa, milioni di italiani stanno tornando lentamente alla vita di tutti i giorni. Come tutti i settori colpiti, anche quello dell’energia elettrica non fa eccezione. Ma quali conseguenze ha provocato sul prezzo della luce il Covid-19? Ecco alcuni esempi.

Quali le conseguenze del Covid sulla domanda energetica?

Negli ultimi mesi la domanda energetica ha avuto un calo che varia tra il 2 e il 7% tranne in Spagna, Italia e Francia, dove la riduzione è giunta a  livelli due volte più elevati rispetto agli altri Paesi. Si tratta di un calo dovuto alla quarantena, molto rigida in confronto ad altre nazioni. Molte attività produttive ritenute non essenziali hanno dovuto interrompere totalmente la produzione, il che ha contribuito al calo della suddetta domanda energetica. E non è bastato neppure lo smart working da casa a risollevare la situazione.

Informazione Pubblicitaria

 

Quali i prezzi dell’energia elettrica dopo l’emergenza?

Il calo maggiore di prezzi si è registrato in Francia, dove il prezzo della luce ha raggiunto i 10 € per MWh. Dopo la Francia, i prezzi più bassi sono in Italia e Olanda con quota 17 euro per MWh. Secondo gli esperti, per tornare al periodo precedente il Coronavirus si dovrà aspettare almeno il 2025. I possibili scenari economici paventati sono 4 e sono ipotizzati sulla base di durata della quarantena, domanda, offerta, investimenti, finanziamenti e prezzi materie prime. I 4 scenari sono, nello specifico quello di una possibile recessione non pesante, grave recessione e due potenziali scenari di depressione.

Quale futuro attende le fonti di energia?

Attualmente i produttori di petrolio stanno affrontando una crisi che non ha precedenti nel settore, anche a causa dell’energia rinnovabile che sta prendendo piede sul mercato. Tuttavia, sempre a causa della quarantena si è fermata l’attività degli operatori di fonti energetiche rinnovabili, impedendo la realizzazione di nuovi impianti e permettendo, invece, la sola manutenzione. I lavori già cominciati per determinati impianti potranno essere conclusi solo a fine emergenza e così vale per l’avvio di nuovi progetti.