La crescita dei pagamenti elettronici

I pagamenti elettronici sono un sistema sempre più utilizzato. Ecco come potrebbero crescere nel corso del 2020

La crescita dei pagamenti elettronici
La crescita dei pagamenti elettronici

I pagamenti elettronici sono sempre più utilizzati. Pagare con carte di credito o bancomat è un comodo sistema se non si vogliono portare con sé i contanti, ma per chi lavora nel commercio, nonostante i numerosi vantaggi, i costi non sono pochi. Nel nostro Paese, tuttavia, i pagamenti digitali stanno prendendo piede, tant’è che già nel 2018 il numero dei pagamenti tramite carte è salito a +6,8%. Si tratta di un sistema che quest’anno sarà sempre più vigente, poiché l’intento è quello di combattere l’evasione fiscale.

Ergo le parole d’ordine che caratterizzeranno il 2020 da questo punto di vista saranno telematico, elettronico e tracciabile. A maggior ragione ora che anche i contanti, secondo alcune fonti, potrebbero essere un veicolo di virus, si sta prediligendo il pagamento con carte. Questo a causa del distanziamento sociale, che chiaramente è tra le misure preventive prioritarie per non contrarre il morbo.

Si preferisce quindi pagare tramite bonifici magari con il sistema home banking oppure con carte per ridurre al minimo il contatto tra le persone. Si può quindi dire che il Covid sta facendo un’altra vittima: il denaro contante.

Obbligo POS per i commercianti: le sanzioni

Per i commercianti il Pos è da tempo obbligatorio ma la novità sono le sanzioni che potrebbero arrivare dal 1 luglio 2020 per gli esercenti che rifiutano i pagamenti con carta. I commercianti avranno pochi mesi di tempo per mettersi in regola, altrimenti rischieranno 30 euro di multa +4% della transazione che hanno rigettato. Per rendere quindi meno pesanti le sanzioni, il governo dal 1 luglio 2020 ha previsto un bonus Pos, destinato alle imprese con un fatturato annuo di massimo 400.000 euro e consiste in un credito di imposta del 30%, ossia uno sconto da parte dello Stato sui costi del Pos.

La crescita dei pagamenti elettronici dovuta anche all’emergenza Covid19, che ha dato un po’ la spinta a questo genere di soluzione, potrebbe rappresentare una svolta anche per le startup fintech. Queste si occupano di gestire carte prepagate smart nel nostro Paese. Grazie alle ultime tecnologie, si è in grado di pagare in negozi o supermercati portando con sé soltanto lo smartphone. Il mondo si sta evolvendo in un modo sempre più tecnologico e l’uso sempre crescente di pagamenti elettronici potrebbe portare alla scomparsa del contante, magari non totale.