Guida alla ristrutturazione: pratiche e bonus per lavori in casa

Quali pratiche e bonus ci sono per ristrutturare la vostra casa? Ecco alcune informazioni utili

Ristrutturazione casa
Ristrutturazione casa

Quando si decide di ristrutturare una casa è importante sapere cosa fare e informarsi per risparmiare su costi e tempi. Spesso lo si fa per renderla più bella e accogliente, o ancora per risolvere problemi di spazio, oppure per fare dei lavori di manutenzione. Tuttavia, come procedere?

Ristrutturare casa: a chi rivolgersi?

Prima di ristrutturare la propria casa, bisogna porsi le seguenti domande: come procedere, a chi rivolgersi? È possibile detrarre le spese sostenute utilizzando dei bonus fiscali per la casa? Quali gli adempimenti burocratici? Per rispondere a queste domande bisogna andare al Comune in cui è collocato l’immobile e informarsi all’ufficio tecnico dell’edilizia privata. Prima di cominciare, è importante fare un progetto per identificare il tipo di lavoro che si andrà a fare, verificare se c’è bisogno di un percorso burocratico e quale pratica presentare, individuare un progettista a cui affidare l’incarico, individuare aziende o liberi professionisti a cui chiedere un preventivo dei lavori.

Informazione Pubblicitaria

Quando si tratta di lavori edilizi, la responsabilità del committente non si limita a presentare la sola pratica, ma include anche obblighi di legge secondo il Codice Civile e Testo Unico sulla Sicurezza (D.Lgs 81/2008). Per determinati lavori, ad esempio sugli impianti, è importante che chi li esegue ne certifichi la conformità.  Ecco perché quando si fanno ristrutturazioni che coinvolgono una pratica edilizia, il consiglio generale è quello di nominare un direttore dei lavori, altrimenti il compito resterà a carico del committente. 

Come usufruire dei bonus casa?

Per ristrutturare casa, è possibile detrarre le spese per realizzare lavori e adempimenti stabiliti dalle norme di attuazione di interventi agevolati, progettazione e prestazioni professionali collegate, regolarizzazione impianti, acquisto materiali, perizie e sopralluoghi, imposta sul valore aggiunto, imposta di bollo, diritti pagati per concessioni, autorizzazioni, comunicazione inizio lavori.

Data l’emergenza Coronavirus, con il Decreto Rilancio, c’è attualmente la possibilità di ristrutturare casa gratis. Questo per coloro che eseguono lavori di efficientamento energetico o antisismici. Chi lo farà, si vedrà rimborsare tutti i soldi spesi in 5 quote annuali più bonus aggiuntivo. L’Ecobonus 110% consentirà quindi di utilizzare un credito d’imposta per un valore superiore alla spesa che si è fatta.

Questa possibilità, tuttavia, sarà solo per i lavori eseguiti nel 2020 e 2021. In generale, invece, chi esegue lavori di ristrutturazione edilizia può avere diritto a una detrazione fiscale del 36% se le spese effettuate raggiungono i 48.000 euro per immobile. Le spese sostenute, invece dopo il 26 giugno 2012 e prima del 31 dicembre 2019, invece, portano a un aumento della detrazione del 50% con un tetto di 96.000 euro.

A tali agevolazioni hanno diritto titolari di usufrutto, diritti di uso, abitazione, superficie, locatari, comodatari, soci cooperative, società semplici, nome collettivo. E ancora istituti autonomi di case popolari ed enti con eguali fini, purché formatisi e operanti prima del 31 dicembre 2013 secondo i requisiti Ue.