Come si compone il prezzo finale nella bolletta della luce?

Come si compone il prezzo finale della bolletta della luce? Quali sono le principali voci di spesa? Ecco alcuni dettagli utili

Come si compone il prezzo finale della bolletta della luce?
Come si compone il prezzo finale della bolletta della luce?

Il prezzo finale di una bolletta della luce si compone di diverse voci di spesa, i cui valori sono determinati trimestralmente dall’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente per utenti appartenenti al mercato di tutela.

Quali sono le voci di spesa che compongono la bolletta?

Tra le voci di spesa che compongono la bolletta, sono comprese: spesa per materia energia, spesa per trasporto e gestione contatore, spesa oneri di sistema e imposte statali. Di queste, la spesa per materia energia va a comporre il 50% della bolletta.

Informazione Pubblicitaria

In questa voce sono compresi i costi delle attività a cui il fornitore deve far fronte per acquistare e poi vendere l’energia elettrica al cliente finale. Il prezzo è formato da una quota fissa e una quota energia e varia a seconda delle fasce orarie per utenze che hanno un contatore elettronico teleletto. Si può aggiornare ogni 3 mesi. Per quanto riguarda invece il costo per il trasporto, prima era di tipo progressivo. Oggi, eliminata la progressività, la quota energia applicata è diventata unica. Tale spesa per trasporto e gestione contatore è identica e si suddivide a sua volta in quota fissa (si paga in €/anno), quota potenza (si paga in euro/kw ogni anno e varia a seconda della potenza dell’utenza) e infine quota energia (varia e va applicata all’energia consumata in €/kWh). In genere l’ammontare delle suddette quote cambia ogni anno ed è stabilito dall’Autorità.

Che cosa sono gli oneri di sistema?

Gli oneri di sistema sono costi stabiliti dall’Autorità e sono uguali per ogni fornitore. La spesa finale degli oneri di sistema è formata essenzialmente da quota energia e quota potenza. La quota potenza, tuttavia, non va applicata alle case. Si tratta di oneri che ogni cliente domestico deve pagare, residente o meno. Nella bolletta si fornisce solo la spesa totale che bisogna sostenere. Gli oneri da sostenere sono Asos e Arim. Il termine Asos si riferisce a oneri inerenti il supporto di energie rinnovabili, mentre Arim sono i restanti oneri generali. Per quanto riguarda il mercato libero dell’energia elettrica, le aziende possono fissare un prezzo diversi per componente di costo dell’energia. Per questo, di solito, sono in grado di proporre offerte più vantaggiose.