Cucina a vista? Come arredarla al meglio

Come arredare al meglio una cucina a vista? Ecco alcune idee per rendere la vostra cucina bella e confortevole

La cucina è quel luogo della casa dove si trascorre il tempo a creare piatti gustosi per la propria famiglia, dove si aiuta e si impara dalla mamma o dalla nonna a cucinare, dove si chiacchiera, si consumano i pasti in allegria e si condividono umori, pensieri, a volte ci si riunisce con i familiari per parlare di cose importanti. Il concetto di cucina come ambiente a sé stante, dedicato unicamente alla preparazione di cibi, ossia di stanza separata dal resto dell’appartamento si sta perdendo. E questo per far posto a una nuova concezione, quella di open space, ovvero un ambiente unico all’interno del quale si sviluppi la zona giorno. In un tale ambiente la cucina a vista diviene il fulcro sia funzionale che visivo dell’ambiente. Un nuovo focolare domestico, quello legato all’idea di contemporaneità. Tutto rimane visibile in un ambiente di tali connotati, tutto è facilmente fruibile.

Informazione Pubblicitaria

   Come arredare una cucina a vista?

Arredare una cucina a vista, anche scegliendo un arredamento a rate, è possibile con un pizzico di creatività. Di certo è una soluzione che si adatta perfettamente allo stile d’arredo dell’ambiente in cui è collocata, e scegliendo il giusto colore per la vostra cucina sarà possibile valorizzarla al meglio. C’è solo l’imbarazzo della scelta e le soluzioni sono diverse. È possibile arredarla con uno stile minimal oppure industriale. Di solito si predilige l’uso di mattoni e tubi in metallo messi ben in vista. Il bancone contornato da sgabelli alti è una bella soluzione, perché favorisce la socializzazione. Mentre si prepara la cena, si può chiacchierare tranquillamente con gli ospiti, magari facendogli sorseggiare un aperitivo e qualche assaggino.

Come inserire una cucina a vista in spazi ridotti?

La cucina a vista è un’ottima soluzione anche per ambienti con poco spazio, perché un muro divisorio frammenterebbe ulteriormente lo spazio e risulterebbe esteticamente e funzionalmente non performante. Si può anche separare cucina e soggiorno, per creare comunque uno stacco tra i due ambienti, ma senza utilizzare una parete che li divida. Quando non c’è molto spazio nel soggiorno, si può inserire una libreria “double face” dietro il divano o lateralmente ad esso. In questo modo si potrà sfruttare un mobile che non solo si rivela utile ma al contempo funzionale. Altra soluzione è l’acquisto di una cucina a vista con penisola. 
Oltre al bancone classico, c’è anche un altro piano di lavoro che fa da ulteriore appoggio per bere qualcosa con i propri ospiti o consumare pasti rapidi.