Assicurazione Infortuni: perché dovremmo averne una?

Sei un lavoratore autonomo o uno sportivo? Viaggi molto e hai una vita attiva? Scopri perché un’assicurazione infortuni può fare al caso tuo

Il difficile periodo che tutti insieme stiamo affrontando ci ha reso sempre più consapevoli che la salute è il bene più prezioso. Quando viene a mancare il proprio benessere fisico e mentale sono molti altri gli ambiti in cui la nostra vita subisce un cambiamento. Alcuni imprevisti possono causare la perdita del posto di lavoro o la sua sospensione, impattando direttamente sul tenore di vita della famiglia.

Informazione Pubblicitaria

E’ per tale ragione che oggi sottoscrivere un’ assicurazione infortuni è quasi obbligatorio, non potendoci permettere lunghi periodi di malattia o infortunio.

Ma cos’è un infortunio e chi dovrebbe acquistarla?

Le Compagnie assicurative definiscono l’infortunio come “un evento fortuito, dipendente da una causa esterna, immediato e violento e non attribuibile alla volontà diretta o indiretta di qualcuno”.

Infatti sulla base di questa definizione non verranno indennizzate conseguenze di patologie o invalidità preesistenti ma soltanto quelle direttamente riconducibili all’infortunio. La polizza infortuni è particolarmente indicata per i lavoratori autonomi, che a differenza dei lavoratori dipendenti non possono contare sugli indennizzi previsti dall’INAIL e per tanto dovranno non solo affrontare le spese mediche ma anche il mancato guadagno. Questo non significa che un dipendente non possa sottoscrivere questa tipologia di polizza, infatti con una piccola spesa mensile, avrebbe a disposizione un capitale che, in caso di sinistro, gli permetterebbe una ripresa più rapida e l’accesso a cure personalizzate e a terapie migliori.

Tra coloro che dovrebbero sottoscriverla non possiamo non includere gli sportivi, chi ama viaggiare per piacere personale, chi svolge attività impegnative all’aperto e la famiglia che voglia proteggersi durante le attività domestiche o scolastiche.

Dovendo affrontare spese impreviste per cure, ricoveri, fisioterapie o immobilità la polizza infortuni è una garanzia per il budget familiare, permettendo alla famiglia di proteggere il proprio tenore di vita. Per le conseguenze degli imprevisti più gravi, come il decesso e l’invalidità permanente, è possibile assicurarsi con capitali importanti. Il sostegno di una polizza assicurativa ci permetterà di progettare un futuro più sereno.

Ma cosa copre esattamente una polizza infortuni?

Il mercato offre molteplici soluzioni ma di seguito vedremo quelle che sono le garanzie tipiche di una polizza infortuni e che con il supporto di un consulente assicurativo andremo a personalizzare e modellare sulle nostre esigenze e volendo estenderla al nucleo familiare.

Se fossi interessato ad una consulenza gratuita ti consiglio di fissare un appuntamento con un consulente della Iside Broker Insurance, cliccando qui.

Consiglio sempre di rivolgervi ad un esperto del settore per evitare spiacevoli sorprese nel momento del bisogno, scoprendo eventuali esclusioni o semplicemente per rendersi conto di aver sottoscritto una polizza non proprio adeguata ai propri bisogni. Una buona polizza infortuni dovrebbe essere strutturata includendo le seguenti tipologie di copertura:

Coperture fisse: decesso, invalidità permanente con supervalutazione, ricovero, gesso

Coperture opzionali: rimborso delle spese mediche, ustioni, lussazioni, commozione cerebrale

Non resta dunque che scegliere la polizza infortuni più adatta alle proprie esigenze, fissando un appuntamento, anche video, con un buon consulente assicurativo.

Qualche garanzia un po’ più nel dettaglio

E’ fondamentale leggere con attenzione le condizioni contrattuali della polizza assicurativa per comprendere quali siano le esclusioni e non ritrovarci, come già detto, nel momento del bisogno con delle brutte sorprese. E’ bene conoscere, quindi, un po’ più nel dettaglio alcune garanzia. Vediamone alcune.

Diaria da ricovero: la Compagnia ci riconoscerà in caso di ricovero in struttura ospedaliera, a seguito di infortunio, una somma di denaro per ogni giorno di permanenza. Si deve scegliere quindi una soluzione assicurativa che non preveda franchigie, ossia che inizi a pagarci soltanto dopo che siano  passati un numero predeterminato di giorni passati in ospedale. La copertura dovrebbe, invece, partire fin dal primo giorno per includere anche tutti quei sinistri che possano prevedere degenze anche molto brevi (1 o 2 giorni). Quindi massima attenzione su questo aspetto della garanzia.

Diaria da gesso:ci sarà riconosciuto un indennizzo giornaliero in caso di applicazione di apparecchio gessato. Il consiglio è quello di far includere nella polizza anche i “tutori immobilizzanti” per non rischiare di vederci non pagato il sinistro se la struttura ospedaliera dovesse applicare una soluzione diversa rispetto al classico gesso.

Rimborso spese mediche:spesso accade che dopo un infortunio sia necessario accedere a cure e terapie e in tal caso l’inserimento di questa garanzia ci permetterà di essere rimborsati per visite, accertamenti diagnostici, onorari dei chirurghi e addetti alla sala operatoria, rette di degenza e medicinali. Le garanzie devono essere valide senza limiti territoriali e coprire sia i rischi professionali sia quelli extra-professionali.

Quanto costa una polizza infortuni?

Il premio di una polizza è molto variabile. Dipenderà dal capitale assicurato, dai massimali e dalle franchigie applicate. Nella determinazione del costo inciderà anche la tipologia di attività svolta dall’assicurato.

Se pensi che servano grossi investimenti ti basti pensare che possono bastare € 10 al mese per garantire già un capitale di € 50.000 in caso di decesso e usufruire di € 25 al giorno in caso di ricovero o ingessatura. C’è una polizza per tutti dunque più o meno personalizzata, che naturalmente andrà scelta tenendo conto dei propri bisogni specifici, sia economici, sia di copertura.

Non ti resta che fissare un incontro con il tuo consulente di fiducia o se preferisci una videocall gratuita con un professionista della Iside Broker Insurance che ti aiuterà nella scelta della polizza giusta per te, cliccando qui.