Le ultime tendenze per l’illuminazione della casa

Quali sono le ultime tendenze del 2020 per l'illuminazione della propria casa? Ecco alcuni consigli dell'architetto per scegliere luci impattanti e sostenibili che sorprenderanno i vostri ospiti

Le ultime tendenze per l'illuminazione della casa
Le ultime tendenze per l'illuminazione della casa

Immaginate di essere invitati a cena da una persona di cui non avete mai visto l’appartamento: che cosa vi colpisce appena arrivati? Sicuramente l’ambiente, ma ciò che dona un effetto scenico a quell’appartamento è senza ombra di dubbio l’illuminazione. Le luci dipingono l’atmosfera della casa, danno quel tocco in più all’abitazione che fa la differenza. Per questo è molto importante scegliere con cura l’arredamento della propria casa, in modo da creare un ambiente suggestivo in cui si possa percepire quel senso di accoglienza che solo il proprio appartamento può dare. La casa è il nostro rifugio, un rifugio fatto anche di luce.

Informazione Pubblicitaria

Quali sono le ultime tendenze del 2020 in materia di illuminazione?

«Il progetto illuminotecnico assume un valore incommensurabile per i nostri ambienti», ci spiega l’architetto Ortenca Osmenaj, «diventa il filtro, lo strumento capace di valorizzare o al contrario far perdere punti alla nostra casa. È la luce, infatti, a giocare il ruolo chiave nella nostra percezione di forme, colori e dell’impatto generale che un luogo ha su di noi. È la luce che permette ai nostri occhi di “vedere” in un certo modo la realtà». 

Qual è il ruolo della luce nel mondo del design?

«La luce in architettura e nel mondo del design di Interni non è solo uno strumento, ma le ultime tendenze vedono gli elementi illuminanti trasformarsi in veri e propri elementi d’arredo dalle geometrie uniche. Sono soprattutto le lampade a sospensione a subire questa trasformazione: disegno ricercato, forme semplici, tonalità di carattere. Luci di questo tipo diventano dunque grandi catalizzatori di attenzione in ambienti come salotto e zona pranzo».

Quali sono i tipi di illuminazione più in voga del momento e perché?

«Non è solo l’estetica ad aver subito una rilettura, ma anche e soprattutto l’aspetto tecnologico. In un mondo che ci chiede di essere sempre più attenti al rispetto della natura e delle sue leggi, gli elementi illuminanti non possono non fare la loro parte», ci spiega l’architetto Osmenaj. «La sostenibilità è la chiave. Ma in che termini e come raggiungerla? Attraverso un’illuminazione dotata di Tecnologia LED, che propone un modello innovativo di consumo. Le lampade design più in voga sono quelle a Led e quelle basate sulla tecnologia smart. Bassi consumi abbinati a linee semplici e contemporanee, ben si adattano ad ambienti di design familiari e professionali. Si possono scegliere diverse varianti a seconda dell’ambiente e delle sue esigenze, nonché in base ai propri gusti personali: pannelli Led o lampade a sospensione dotate di Led». 

Che cosa c’è in questo genere di lampade che fa la differenza?

«Queste lampade non hanno solamente un design unico, ma sono fortemente versatili e integrabili, caratteristica che non va assolutamente sottovalutata. Infatti non si ha nessun tipo di limite o vincolo tecnico nel loro impiego. Il Led diventa dunque sinonimo di estetica performante, funzionalità e praticità. Non solo una tendenza, ma una vera e propria svolta per le nostre abitazioni e non solo!».

Quale altra tendenza è molto quotata nell’ultimo periodo?

«Un’altra tendenza fortemente in voga è la Smart Home. La casa intelligente, sviluppata grazie alla domotica. E l’illuminazione non è esente da questa trasformazione. Soprattutto perché grazie a questo nuovo modo di vivere la casa, si ha il passaggio da un concetto prettamente funzionale della stessa a uno più esperienziale. Colore, temporizzazione, programmazione accensione e spegnimento, controllo vocale. Tutto viene controllato in modo automatico e veloce grazie a supporti altamente tecnologici, ma il vero stravolgimento è l’alto livello di personalizzazione. Ognuno potrà avere la luce che vuole e regolarla in base ai propri stati d’animo, ai propri gusti, al proprio stile di vita!»