Protesi dentali: i problemi più frequenti

Quali sono i problemi più frequenti in merito alle protesi dentali? Ecco alcune informazioni utili da conoscere e ricordare

Protesi dentali
Protesi dentali

Le protesi dentali sono un rimedio estetico molto importante per chi perde i denti per le più svariate ragioni. Il sorriso è uno degli aspetti più importanti del nostro volto, e spesso e volentieri, il non avere i denti può essere una fonte di disagio per chi vive tale problema. È anche un grosso problema per mangiare, poiché non avendo i denti molti cibi non possono essere digeriti, generando anche problemi di peso conseguenti a tale mancanza. Per questo i dentisti propongono diverse soluzioni di protesi dentali per i propri pazienti, a partire da due tipi di protesi, quelle mobili o fisse.  Le protesi, non vengono applicate solo quando c’è una totale assenza di denti, ma anche per prendere il posto di denti singoli o fortemente danneggiati.

Informazione Pubblicitaria

Quando utilizzare una protesi fissa e quali i problemi?

In genere, la protesi dentale fissa si applica quando vi sono denti sani di sostegno o nel caso in cui la struttura ossea sia ben salda. Tali protesi possono essere supportate sia da denti naturali che da impianti, o da un mix di entrambi. Il vantaggio è senz’altro quello che la protesi, essendo fissata all’osso della mandibola, è molto stabile. Possono tuttavia esserci dei rischi legati agli impianti dentali. In alcuni casi, infatti, potrebbero manifestarsi delle complicanze legate all’intervento o nelle settimane a seguire. Tra queste, la mancanza di osteointegrazione, ossia le cellule dell’osso non aderiscono alla superficie dell’impianto che quindi va rimosso.

Di solito il problema potrebbe essere correlato al fumo o a cattiva igiene orale. Altro rischio possono essere delle infezioni post operatorie ma sono molto rare, poiché generalmente i dentisti prescrivono degli antibiotici, proprio per evitare queste complicazioni e di solito l’operazione non avviene se coesistono altre infezioni. Possono anche insorgere delle emorragie o ematomi nel corso dell’inserimento dell’impianto dentale ma nella maggior parte dei casi si tratta di problemi risolvibili e rari.

Durante l’inserimento di un impianto si potrebbe verificare, inoltre, una lesione dei nervi, ma questa è un’eventualità molto rara. Di solito, i dentisti utilizzano una procedura guidata da un computer, per posizionare al meglio gli impianti e operare in poche ore e anche in caso di mancanza di computer la percentuale che si lesionino i nervi è bassissima. Può accadere, generalmente, se mancano professionalità ed esperienza. Si consiglia sempre di fare una visita di controllo dal proprio dentista che saprà trovare la giusta soluzione per prevenire eventuali complicazioni.

Quando utilizzare una protesi mobile e quali le perplessità?

Le protesi mobili, meglio conosciute come dentiere, vengono agganciate sulla base dei denti rimanenti oppure appoggiate alle gengive. Vengono installate quando non vi sono i presupposti per installare gli impianti dentali. È certamente una soluzione economica ma a volte può creare alcuni problemi, tra cui il più frequente è l’instabilità. Spesso è anche ingombrante se si sta masticando e può portare a disturbi quali il non riuscire a parlare bene, oppure la rottura della dentiera, o difetti estetici dati da una dentiera non adatta. In quest’ultimo caso si può incorrere in inestetismi come accentuazione delle rughe attorno alla bocca o il mento che avanza o ancora labbra troppo sottili. Anche in questo caso è importante andare dal proprio dentista periodicamente per eseguire un controllo accurato.