Parrucchieri e centri estetici, riapertura anticipata al 18 Maggio

Per avvicinarci alla normalità è necessaria la riapertura delle attività per la cura e il benessere della persona.

All’inizio della fase 2 la riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici era prevista per il 1° Giugno. Successivamente il Presidente Conte ha permesso alle regioni di anticipare tale data, rimandando ai governatori di regione la fattibilità della riapertura secondo il caso specifico della loro regione.

Pertanto molte regioni dove i contagi sono pari a zero, o comunque molto bassi, hanno deciso di riaprire sin dal 18 Maggio le attività di parrucchieri, barbieri e centri estetici.

Informazione Pubblicitaria

Una buona notizia per clienti e professionisti

Questa è una notizia positiva per la cittadinanza per un duplice motivo.
Da un lato abbiamo i clienti, molti dei quali hanno già ripreso a lavorare, ma che fino ad ora non hanno avuto la possibilità di curare la propria estetica. Anche se questo può sembrare un dettaglio di poco conto non bisogna sottovalutare che i cittadini sono psicologicamente provati ed anche ritornare in società al top della propria estetica può essere un fattore di incoraggiamento.
Rispetto all’emergenza che abbiamo vissuto e continuiamo a vivere queste sembrano circostante di poco conto. Sono invece importanti perché “Mens sana in corpore sano” ed è importante per superare questa pandemia sentirsi a proprio agio con il proprio corpo.

D’altra parte per i professionisti del settore sarà tutto diverso. La richiesta sarà altissima e i clienti da poter ricevere ogni giorno saranno davvero ridotti. Questo fa la differenza e aiuta a comprendere che la riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici deve avvenire quanto prima. Prima avverrà la riapertura e prima ci sarà la possibilità di organizzare i clienti. Così facendo anche coloro i quali avranno appuntamenti non immediati ma dopo 15 o 20 giorni dalle riaperture riusciranno comunque e a “rimettersi a nuovo” per la prima decade di giugno.

Le precauzioni necessarie

Inutile sottolineare che per questo tipo di attività dovranno essere attuate tutte le precauzioni del caso con mascherine, guanti, visiere e tutto ciò che è necessario al fine di limitare al massimo i contatti visto che si tratta di attività dove non è possibile rispettare il distanziamento sociale tra il professionista ed il cliente.

Tutti i dettagli delle regioni

Tra le Regioni che hanno espresso volontà di anticipare la riapertura di parrucchieri, barbieri e centri estetici troviamo: Campania, Sicilia, Calabria, Puglia, Umbria, Lazio, Marche, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Invece Sardegna e Trentino Alto Adige hanno permesso la riapertura sin da oggi.

Informazione Pubblicitaria