Novità per le pensioni di Maggio e Giugno

“Daremo un bonus ai pensionati per portare le pensioni minime e sociali fino a 1000 euro, per i mesi di maggio e giugno”. Le parole del governatore della Campania Vincenzo De Luca

Le direttive della Regione Campania

“Nei mesi di maggio e di giugno prossimi, a tutti i titolari di pensioni sociali, assegni sociali e pensioni ordinarie di vecchiaia integrate al minimo, che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro la Regione Campania erogherà un contributo tale da garantire i 1.000 euro al mese.” Questo è il comunicato stampa che la Regione Campania ha pubblicato sul sito web istituzionale.

L’erogazione da parte della Regione avviene con le stesse modalità con le quali i pensionati percepiscono ordinariamente la pensione mensile, cui il contributo straordinario della Regione Campania si va ad aggiungere (quindi, attraverso Poste Italiane, libretti postali, accrediti diretti su conto corrente, etc.).

Potrà essere utilizzato per le seguenti spese:

    • servizi di assistenza socio-sanitaria domiciliare;
    • servizi a domicilio per la consegna della spesa alimentare, l’acquisto di medicinali, commissioni varie;
    • acquisto di strumenti informatici o tecnologie per favorirne l’autonomia;
    • acquisto di dispositivi igienico sanitari di protezione individuale.

Informazione Pubblicitaria

I beneficiari del bonus pensioni

Secondo quanto precisato dal comunicato stampa sul sito della Regione, i beneficiari del provvedimento sono pensionati titolari di pensioni sociali, assegni sociali e pensioni ordinarie di vecchiaia integrate al minimo, che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro al mese: circa 250.000 persone in tutta la Campania. Per quanto riguarda i tempi di erogazione è stato annunciato che il contributo sarà addebitato senza che sia necessario produrre alcuna domanda da parte dei beneficiari e “senza gravarli di alcun tipo di adempimento” burocratico. Questo è stato possibile grazie all’accordo stipulato dall’ ente regionale, il Ministero del Lavoro e l’INPS.

Le parole del Governatore De Luca

Su questo fronte, ha spiegato De Luca “abbiamo preferito procedere secondo questa logica: secondo il detto popolare pochi, maledetti e subito perché noi riteniamo sia utile non promettere mille ma dare cento”. Insomma un sospiro di sollievo per i cittadini pensionati in questa situazione buia che ha colpito il nostro paese da due mesi a questa parte.

Informazione Pubblicitaria