Come organizzare l’ingresso di casa ai tempi del coronavirus

A causa dell’emergenza cambia anche il modo di intendere degli ambienti della propria casa, in particolare dell’ingresso.

In questo periodo si presta molta attenzione all’igienizzazione degli oggetti. Non bisogna però sottovalutare che la maggior parte dei germi e batteri vengono trasportati all’interno delle abitazioni proprio dagli stessi abitanti.
Sarebbe opportuna la riorganizzazione degli ingressi delle case in modo tale da essere sicuri di salvaguardare la salute dei propri cari.

Informazione Pubblicitaria

L’ingresso come anticamera per igienizzare tutto ciò che viene dall’esterno

L’ingresso delle abitazioni è tradizionalmente come un luogo di accoglienza per chi varca la soglia di casa, dove è possibile disfarsi di borse e cappotti così da essere liberi in casa.
Ai tempi del coronavirus anche questo aspetto delle nostre vite è mutato.
Il modo, oggigiorno, più utile ed intelligente di usare l’ingresso è quello di renderlo il luogo dove liberarsi di tutti gli oggetti che sono stati fuori casa prima di inoltrarci nell’abitazione. In altre parole non permette ad oggetti che potrebbero essere portatori del virus di introdursi in casa nostra.

L’organizzazione perfetta prevede che all’ingresso vi siano le ciabatte di tutti i componenti della famiglia, in modo che nessuno possa calpestare il pavimento di casa con le scarpe con cui ha camminato per strada.
Sempre all’ingresso dovrebbe essere presente il gel antibatterico per disinfettarsi le mani. In questo modo che anche gli oggetti toccati prima di lavarsi le mani non siano a rischio. L’esempio più intuitivo è la manopola del rubinetto che viene toccata per aprire il flusso dell’acqua (quindi con le mani ancora sporche) e poi toccata nuovamente subito dopo aver lavato le mani (quindi con le mani ipoteticamente pulite).

Quindi per la salvaguardia della salute dei propri familiari, nei limiti degli spazi posseduti, bisognerebbe organizzarsi in questa direzione. Favorire la funzionalità degli ambienti anche a discapito dell’estetica. Pertanto, se opportuno, montare uno scaffale all’ingresso dove posizionare tutti gli oggetti utili ad entrare in casa al netto di germi e batteri.
Sarebbe molto importante posizione sullo scaffale anche un piccolo cestino. Così appena rincasati ci si potrebbe disfare di guanti e mascherine senza portarli in giro per casa. Questo presenta anche il vantaggio di avere i rifiuti “contaminati” separati dai rifiuti che vengono prodotti in casa.

Basta solo un po’ di organizzazione per rendere la propria abitazione un luogo più sicuro, così da salvaguardare sia la propria salute che quella dei propri cari.
Per altri consigli su come utilizzare al meglio o migliorare gli ambienti della tua casa seguici su Finarredo.it