Polizia e MIUR uniti per permettere agli studenti l’homeschooling

Il MIUR egli istituti scolastici mettono a disposizione degli studenti strumenti elettronici che vengono consegnati grazie alla Polizia.

La Polizia delle città metropolitane sta dando il suo contributo per aiutare gli studenti in difficoltà.
Precisamente il MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha messo a disposizione degli studenti dei dispositivi elettronici che possono essere richiesti attraverso gli istituti scolastici.
Gli alunni che vivono in condizioni di disagio e non posseggono gli strumenti digitali necessari per svolgere l’homeschooling possono fare richiesta al proprio istituto scolastico per ricevere un tablet.
L’istituto scolastico, accertata l’effettiva situazione di necessità, si attiva per far reperire il tablet allo studente.

Informazione Pubblicitaria

Come avvengono le consegne dei tablet

Qui entra in gioco il contributo della Polizia delle Città Metropolitane, che effettua le consegne per tutta la città di competenza ed anche per la relativa provincia.
Testimonianze di alunni che hanno fatto richiesta garantiscono che il dispositivo elettronico gli sia stato consegnato, direttamente a casa, solo dopo pochi giorni dalla richiesta.
Testimonianze, invece, dei Poliziotti sottolineano la gratitudine dei genitori nel sapere che i propri figli hanno a disposizione gli strumenti necessari per studiare proprio come gli altri ragazzi.
E’ importante che in questo periodo storico così particolare le Istituzioni, il Governo e la Polizia si coordinino per eliminare i divari sociali, in particolar modo quelli che pregiudicano l’istruzione degli studenti.

Informazione Pubblicitaria