Cos’è il patronato e come aprirne uno

Tutte le informazioni utili da conoscere sui patronati.

Il patronato è un ente con finalità di assistenza sociale senza scopi di lucro. Il patronato è disciplinato dalla Legge 152/2011, può essere fondato e gestito dalle associazioni nazionali dei lavoratori o dalle confederazioni.
Le attività svolte dal patronato sono di tipo socio-assistenziali, prestazioni relative al Servizio Sanitario Nazionale, pensioni e liquidazioni, fondi pensione complementare e informazioni ed assistenza sulla sicurezza sociale, sul diritto di famiglia, sulle successioni e sulla legislazione fiscale.
Le attività svolte dal patronato sono a sostegno dei singoli cittadini: lavoratori, autonomi o dipendenti, e pensionati. Tra le materie di competenza del patronato ci sono anche la sicurezza sul lavoro e il supporto per gli italiani all’estero.

Informazione Pubblicitaria

Come aprire un patronato

La Legge 152/2001 “Nuova disciplina per gli istituti di patronato e di assistenza sociale” contiene tutte le informazioni utili e i passaggi da seguire per aprire un patronato.
L’abilitazione per l’esercizio dell’attività è rilasciata esclusivamente dal Ministero del Lavoro. Possono richiedere tale abilitazione i sindacati, i sostituti d’imposta o alle associazioni che promuovono i patronati con non meno di 50.000 soggetti iscritti.
Alla richiesta di abilitazione devono essere allegati: disponibilità finanziarie, denominazione dell’istituto, finalità del patronato, organizzazione della possibile sede legale e la gratuità delle prestazioni.
Il Ministero del Lavoro entro 90 giorni dall’invio conferma la ricezione della richiesta, mentre il rilascio effettivo dell’abilitazione avviene entro un anno. Qualora il Ministero del Lavoro dovesse rifiutare la richiesta di abilitazione non sarà possibile chiederla nuovamente per i successivi 5 anni.