L’energia elettrica: quante forniture esistono

Non tutti sanno che esistono più tipi di forniture offerte delle compagnie di distribuzione di energia elettrica

La fornitura di energia elettrica: l’utenza

La compagnia l’energia elettrica eroga a favore dell’utenza una fornitura. Coloro i quali giovano di questo servizio, quindi un’abitazione, un negozio o un complesso sportivo identificano, appunto, utenza.  Le utenze dell’energia elettrica non sono tutte uguali. Ovviamente esistono diversi tipi di contratto che ognuno può scegliere rispetto alle proprie esigenze, ma di base esistono due macro-categorie: le utenze domestiche e le utenze altri usi.

Informazione Pubblicitaria

La fornitura domestica dell’energia elettrica

L’utenza maggiormente conosciuta è quella della fornitura domestica in quanto tutti ne hanno una per poter avere dei servizi essenziali nelle loro abitazioni come l’illuminazione, l’elettricità e la caldaia. Questo tipo di fornitura viene utilizzata appunto per le abitazioni, includendo anche i locali annessi e i possibili punti di ricarica per autovetture elettriche. È importante sapere che affinché l’utenza possa essere catalogata ad uso domestico deve esserci la presenza di un solo contatore e di un solo numero POD. Il numero POD altro non è che il numero o codice che identifica l’utenza.

La fornitura altri usi dell’energia elettrica

Oltre la fornitura ad uso domestico dell’energia elettrica esiste anche la cosiddetta fornitura ad altri usi o usi diversi dall’abitazione. Questo tipo di fornitura è destinata a piccoli consumatori, come garage e condomini, ma anche alle piccole aziende con meno di 50 dipendenti. Per sottoscrivere un’utenza destinata ad altri usi è necessario possedere determinati requisiti. Oltre a non superare i 50 dipendenti, non bisogna nemmeno superare un fatturato annuo di dieci milioni di euro ed ovviamente si deve possedere una partita IVA. Per coloro i quali non rientrano in questi requisiti esistono le tariffe business.