Novità pensioni INPS a causa del coronavirus

L’INPS per fronteggiare l'emergenza coronavirus ha creato un modo semplice per pagare la pensione ai pensionati sul conto corrente.

La burocrazia italiana rende sempre complicato lo svolgimento di pratiche di ogni genere. Nella situazione attuale, in piena emergenza coronavirus, abbiamo però una buona notizia.
L’INPS, con la circolare 48/2020, accordandosi con Poste Italiane e con le Banche, alle quali è contrattualmente affidato il servizio di pagamento delle prestazioni, permette ai cittadini di richiedere l’accredito della pensione, ma anche delle altre prestazioni, in via telematica. La fruizione del servizio in via telematica sarà possibile a partire dal 10 Aprile.

Informazione Pubblicitaria

La procedura standard per richiedere l’accredito della pensione

In tempi ordinari per poter richiedere l’accredito della propria pensione su un conto corrente, su una carta prepagata o un conto libretto la procedura da seguire era quella che segue.
Bisognava fornirsi presso l’INPS di un modello cartaceo apposito per l’accredito della pensione. Poi tale modello doveva essere necessariamente validato dal proprio Istituto o Ente di credito. Infine riportare il modulo all’INPS, il quale avrebbe attestato la congruità delle generalità del titolare del conto con quelle del percettore della pensione.

Informazione Pubblicitaria

La nuova procedura per richiedere il pagamento della pensione

L’INPS per rendere più fluido tale processo ha adottato dei servizi informatici che permettono di chiedere le richieste di pagamento in via telematica.
L’INPS ha ritenuto necessario attuare le novità presenti nella circolare 48/2020 a causa delle limitazioni imposte alla cittadinanza a causa dell’emergenza coronavirus. La circolare ha anche lo scopo di ridurre gli assembramenti di persone all’esterno degli uffici postali nei giorni di erogazione delle pensioni.
Questo snellimento della burocrazia è possibile grazie alla creazione di un Data Base Condiviso, dove l’INPS, in collaborazione con le banche, può verificare la corrispondenza tra i dati del titolare della pensione e quelli dell’intestatario (o cointestatario) del conto corrente, libretto o carta prepagata.
L’INPS con questa procedura ti assicura la liquidità della tua pensione, direttamente a casa tua senza bisogno spostarti.