Il ruolo determinante della Polizia di Stato in piena emergenza coronavirus

La Polizia di Stato con il proprio operato garantisce la sicurezza dei cittadini durante l’emergenza coronavirus.

I compiti delle Polizia di Stato in questo periodo sono concentrati a garantire la sicurezza dei cittadini. In particolare le loro attività sono volte al controllo del rispetto delle limitazioni dovute al coronavirus.
Con il DPCM del 9 Marzo è stato imposto ai cittadini italiani di uscire solo in caso di comprovata necessità e pertanto la Polizia ha il compito di vigilare affinché tutti rispettino le regole.

Informazione Pubblicitaria

Responsabilità e pericoli della Polizia di Stato

Il compito della Polizia in questo particolare momento storico segnato dalla pandemia del coronavirus non è semplice.
Ogni giorno i poliziotti effettuano tantissimi controlli al fine di contrastare chi non vuole rispettare le limitazioni. Ogni controllo ha una storia a sé e rappresenta una situazione unica e particolare.
Gli agenti di Polizia ogni volta devono controllare la veridicità di quanto dichiarato dai cittadini e valutare se effettivamente la situazione esposta da questi ultimi rappresenti o meno una necessità.
Alle difficoltà di tipo valutativo si aggiungono le distanze e gli accorgimenti da mettere in atto al fine di rispettare tutte le norme di sicurezza relative all’emergenza coronavirus.
Inoltre l’operato dei poliziotti è estremamente rischioso perché tra i soggetti controllati potrebbero esserci dei positivi al coronavirus che però hanno eluso l’obbligo di quarantena domiciliare.
Essendo un lavoro che prevede il contatto con molte persone dovrebbero anche esserci tamponi a disposizione per gli agenti di polizia. In tal modo si potrebbero rintracciare eventuali contagiati asintomatici che ignari continuano a prestare servizio regolarmente. Purtroppo sappiamo che il numero dei tamponi è molto limitato e quindi i poliziotti sono sottoposti a tale rischio costantemente.

Altri compiti straordinari della Polizia di Stato

Inoltre gli agenti di Polizia sono chiamati a risolvere situazioni delicate e legate all’emergenza in corso.
Devono fronteggiare tutte le situazioni che si creano ogni giorno che contrastano le linee guida tracciate nel DPCM. Pertanto devono intervenire qualora all’esterno dei supermercati si creino file che non rispettano le distanze di sicurezza. Devono intervenire se nei “giorni caldi” dell’erogazione delle pensioni e dei redditi di cittadinanza si creano assembramenti all’esterno degli uffici postali. Devono intervenire se qualche cittadino assume atteggiamenti aggressivi nei confronti di chi continua a lavorare per garantire agli altri cittadini ancora un minimo di normalità. E’ il caso di situazioni spiacevoli ai danni di addetti dei supermercati, impiegati delle poste o dipendenti delle farmacie.
È proprio questo che dovrebbe portarci alla riflessione e a mantenere la calma nei confronti di chi ancora svolge il proprio lavoro regolarmente, come la Polizia di Stato ma non solo, e comprendere che il compito a noi affidato è il più semplice di tutti: restare a casa.

#iorestoacasa