Cellulare in auto: cosa si rischia? Il Nuovo Codice della Strada 2020

 

Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

Nuovo Codice della Strada 2020: le nuove norme per l’utilizzo del cellulare alla guida

Drastici provvedimenti per chi fa uso del cellulare alla guida, divieto di fumo per il conducente, innalzamento dei limiti di velocità a 150 km/h su alcuni tratti autostradali. Questi solo alcuni dei provvedimenti previsti dal Nuovo Codice della Strada 2020. La Commissione dei Trasporti della Camera dei Deputati ha provveduto ad approvare, il giorno 28 gennaio 2020, il disegno di legge che entrerà in vigore per la fine dell’anno. Il comma 2 dell’art.173 del Nuovo Codice della Strada 2020 in materia di guida e cellulari prevede il divieto per il conducente di utilizzare durante la marcia apparecchiature elettroniche (cellulari smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi). “E’ vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze Armate e dei Corpi di cui all’articolo 138, comma 11, e di polizia. E’ consentito l’uso di apparecchi a vivavoce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie.”

Nuovo Codice della Strada 2020 e cellulare alla guida: le sanzioni

Quali sanzioni sono previste dal Nuovo Codice della Strada 2020 per chi guida con il cellulare alla mano? Le sanzioni amministrative in caso di utilizzo del cellulare alla guida sono state piuttosto inasprite. Chi verrà sorpreso rischia la sospensione della patente da 7 a 30 giorni e una multa da 161 a 647 euro. Inoltre, può essere prevista anche la decurtazione di 5 punti dalla patente.
Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

Se nei due anni successivi all’infrazione, il conducente viene sorpreso nuovamente alla guida con un cellulare o altro dispositivo, la patente potrà essere sospesa da 1 a 3 mesi (recidività). Il Nuovo Codice della Strada 2020 vieta la guida con cellulare anche se si è fermi in fila nel traffico. L’auto, difatti, non deve essere necessariamente in movimento, ma in marcia, ovvero nel traffico, al semaforo, ad un casello autostradale. E’ possibile, al contrario, utilizzare il cellulare in auto se si è ancora parcheggiati, prima di mettersi in marcia.

Nuovo Codice della Strada 2020: le Forze dell’Ordine come si comporteranno con i trasgressori?

In linea di massima secondo il Nuovo Codice della Strada 2020, le Forze dell’ordine avranno l’obbligo amministrativo di fermare i soggetti colti in fragranza di reato durante la marcia. In caso di incidente sarà possibile procedere anche al sequestro del cellulare per verificarne l’utilizzo e le relative responsabilità. Esiste, tuttavia, una deroga all’obbligo di fermo in caso in cui questo possa costituire un pericolo alla circolazione. In questo caso la contravvenzione verrà recapitata a casa. Il verbale dovrà indicare con precisione i motivi per cui gli agenti non hanno potuto fermare il veicolo.  La contestazione da parte del conducente che sostiene di non aver usato il cellulare alla guida è possibile, ma per avere la meglio occorrerà produrre prove molto convincenti.

Il modo più sicuro per continuare ad utilizzare il cellulare alla guida resta quello di impiegare la tecnologia bluetooth!

Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu