RC Auto. I criteri per usufruire del Decreto Bersani

Decreto Bersani auto: in cosa consiste e i criteri per usufruire della classe di merito.

0
120

 

Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

In cosa consiste il Decreto Bersani per l’RC Auto

Il Decreto Bersani nasce come misura urgente per la tutela dei consumatori e la promozione della concorrenza sui mercati. La legge consiste nella possibilità di un membro della famiglia, che assicura un’auto per la prima volta di non partire dall’ultima classe di merito, ma di ereditare quella di un membro del suo Stato di Famiglia.

Dal momento che si decide di stipulare un contratto di assicurazione auto, la classe di merito è uno dei parametri che più influiscono sul premio da pagare. Il sistema bonus-malus prevede infatti una scala da 1 a 18 che viene utilizzata per valutare il rischio legato all’utilizzo del veicolo. Il Decreto Bersani (d.l. 223 del 4 luglio 2006), entrato in vigore nel 2007, permette di porre in essere un’assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso, acquisendo la stessa classe di merito di un veicolo di proprietà di uno dei membri della famiglia che è già assicurato. Un esempio? Un figlio neopatentato, anziché partire dalla classe di ingresso 14, può assicurare la propria auto usufruendo della classe Bonus-Malus del proprio padre.

Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

I criteri per usufruire del Decreto Bersani

Per poter usufruire delle agevolazioni previste dalla legge sono necessarie alcune condizioni preliminari:

  • essere persone fisiche (le auto intestate alle società non possono godere di tali agevolazioni);
  • essere proprietari del veicolo;
  • la polizza assicurativa da cui ereditare la classe di merito deve essere attiva;
  • il veicolo deve essere dello stesso tipo di quello già assicurato. Non è possibile, ad esempio, riconoscere la classe di un’auto su una moto;
  • sono previste agevolazioni soltanto per i nuovi contratti, ovvero per le auto e moto, nuove e usate, appena acquistate e mai assicurate dal nuovo proprietario o da un componente del suo nucleo famigliare

Naturalmente usufruire della stessa categoria non vuol dire pagare lo stesso premio assicurativo. Il prezzo della RC Auto dipende anche da altri fattori, tra cui il numero di anni da cui si è patentati, la potenza e l’alimentazione del veicolo stesso.

Le modifiche al Decreto Bersani per il 2020

Con l’emendamento del Decreto Fiscale 2020, la firma da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, la nuova norma sulla RC auto familiare è quasi pronta a diventare una delle principali realtà del settore assicurativo. Si procede così ad ampliare gli effetti dello stesso Decreto Bersani del 2007. Di fatto, la normativa coinvolge sia le auto che i veicoli a due ruote. Tutti i componenti del nucleo familiare potranno assicurare un mezzo di trasporto (anche di diversa tipologia) andando ad utilizzare la classe di merito più favorevole. Il criterio necessario affinché si possa sfruttare questo principio è il veicolo da assicurare non abbia registrato incidenti con “responsabilità esclusiva o principale o paritaria” nel corso degli ultimi 5 anni.

 

Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu