Dispositivo anti abbandono: quello che devi sapere per la sicurezza dei tuoi bambini

Il dispositivo anti abbandono ormai è obbligatorio per legge. Tutto ciò che bisogna sapere per la sicurezza dei tuoi bambini in auto.


Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

Perché il dispositivo anti abbandono è importante

In Italia nell’ultimo decennio sono morti 9 neonati perché sono stati dimenticati in automobile dai propri genitori. L’ultimo caso si registra nel settembre 2019 a Catania dove un bambino di 2 anni è stato dimenticato dal padre in automobile per oltre 5 ore. L’Italia è il primo paese al mondo che ha emanato una legge per obbligare gli automobilisti con bambini a bordo ad installare un dispositivo anti abbandono. Il dispositivo rileva e segnala la presenza in automobile del bambino, ovvero il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del Codice della strada, che disciplina l’uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta e sicurezza per bambini. Questa legge doveva entrare in vigore il 1 Luglio 2019, ma tale termine è slittato al 7 novembre 2019 a causa della mancanza di un decreto attuativo in materia di sicurezza dei bambini.

Quali sono le caratteristiche che il dispositivo anti abbandono deve avere per la sicurezza del bambino

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche del dispositivo anti abbandono previste dalla legge salva bebè:

    • Il dispositivo deve segnalare l’abbandono di un bambino di eta’ inferiore a 4 anni, sul veicolo sul quale è trasportato, da parte del conducente del veicolo stesso mediante l’attivazione di un segnale;
    • il dispositivo deve essere in grado di attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente;
    • in caso di allarme, quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici;
    • attraverso un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate, il dispositivo anti abbandono deve essere in grado di segnalare l’allarme.


Auto usate a rate con la cessione del quinto auto su Finauto.eu

I dispositivi anti abbandono a norma

Lo slittamento del regolamento ha provocato numerosi ritardi, sia da parte delle aziende costruttrici, sia degli stessi automobilisti che hanno avuto difficoltà a reperire il dispositivo.

I modelli di dispositivo anti abbandono a norma in circolazione in Italia.

  • Vodafone V Baby Alert con  gps per la localizzazione e di ricevitore bluetooth per la connessione senza fili

(Fonte dell’immagine: Vodafone)

  • Chicco BebéCare in caso di dimenticanza va a avvisare prima con un allarme acustico e visivo per 40 secondi e in seguito inviando notifiche con informazioni geo localizzate a contatti preconfigurati.

(Fonte dell’immagine: Chicco)

  • Remmy rileva il peso e va a ricordare immediatamente della presenza del bambino seduto non appena si spegne il motore.

(Fonte dell’immagine: Remmy)

L’automobilista che verrà trovato sprovvisto del dispositivo anti abbandono può incorrere in una multa da 81 euro a 361 euro.inoltre può essere prevista la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Nel caso in cui l’infrazione fosse stata ripetuta nei due anni successivi, si rischia la sospensione della patente da 2 settimane a 2 mesi. Ad ogni modo, gli automobilisti possono stare tranquilli: il rischio di multe fino al 6 marzo 2020 sarà scongiurato!