Temperature basse e auto diesel: Il rischio congelamento carburante e i consigli per evitarlo

0
194

A quali temperature le auto diesel sono a rischio congelamento?

Anche chi vive in città molto spesso con l’arrivo dell’inverno e delle basse temperature corre il rischio che il carburante della propria auto ad alimentazione diesel possa congelare.

La prima cosa da chiarire riguardo il congelamento del combustibile diesel, è che la temperatura bassa a cui si fa riferimento per il rischio congelamento è quella del serbatoio, e non dell’ambiente esterno. Questo perché, anche se all’esterno la temperatura raggiunge parecchi gradi sotto zero, bisogna tenere in considerazione che il serbatoio dell’auto è riparato dall’esterno e gode di una certa inerzia termica.

Tuttavia, se la temperatura dovesse rimanere per diverse ore al di sotto dei 12 °C sotto lo zero, il rischio che il gasolio congeli diventa reale. Difatti, mentre la benzina congela a temperatura inferiore ai – 48 °C, il gasolio contiene della paraffina che solidifica a temperatura inferiore ai 2 °C. il gasolio diventa dunque troppo viscoso e rischia di provocare un blocco all’interno dello stesso filtro.

La soluzione? Gasolio invernale o Gasolio Artico.

Per ovviare a questo tipo di problema, spesso nelle zone alpine o in generale in quelle zone dove nei mesi invernali le temperature si abbassano molto, vengono venduti dai distributori di carburante due diverse soluzioni. Il Gasolio invernale, che a differenza di quello estivo ha una temperatura di congelamento della paraffina più bassa. Se nell’estivo la formazione di cristalli può iniziare al di sotto dei -2 C°, nel gasolio invernale questo limite scende al sotto dei -12 C°, grazie ad un additivo che pulisce gli iniettori. La prassi per le zone con temperature più rigide d’inverno è quello di distribuire questo tipo di carburante da novembre ad aprile.

Il Gasolio artico, invece, viene utilizzato laddove anche il gasolio invernale risulta essere poco efficace, quando le temperature scendono al di sotto dei 12 gradi. Il Gasolio artico riesce ad evitare il congelamento della paraffina anche con temperature che arrivano ai -30 gradi.

Vecchio metodo della benzina nel motore?

Uno dei “vecchi” metodi appunto per evitare la formazione di cristalli di ghiaccio nel motore quando il clima si fa rigido, è quello di mescolare il gasolio con un piccolo quantitativo di benzina. Mai errore più grande da commettere! Oltre a creare un malfunzionamento del motore, questo metodo fai da te potrebbe irreversibilmente provocare un guasto alla vostra auto. Se gli additivi e le soluzioni sopracitate non dovessero funzionare, specie dopo una notte particolarmente fredda, meglio rivolgersi al meccanico più vicino.