Tre modi per guadagnare con la passione per le foto

    0
    38

    Guadagnare con foto: non sarebbe bello trasformare la propria passione in un lavoro, coniugando divertimento e possibilità di soddisfazioni economiche? Grazie alle opportunità che offre il web e la sua straordinaria capacità di penetrazione raggiungendo una moltitudine di persone, guadagnare con la passione per le foto è tutt’altro che un’utopia, e mettendoci dedizione, quantità di tempo da offrire alla causa, e un po’ di forza di volontà senza arrendersi alle prime difficoltà, si possono effettivamente tradurre i propri sforzi in  un’attività remunerativa, e raggiungere lo scopo di lavorare divertendosi, il sogno proibito e inconfessato di chiunque al mondo. Ma come fare? Noi vi proponiamo almeno tre modi per guadagnare con le foto, ma i canali che potrebbero aprirsi nell’era del web sono potenzialmente infiniti.

    Aprire un blog per guadagnare con le foto

    Il primo e più semplice modo che vogliamo suggerirvi per guadagnare con la passione per le foto è aprire un blog personale dedicato a tale passione: si inizia per condividere e far conoscere il proprio lavoro, e di volta in volta, aumentando il traffico delle visite degli utenti contestualmente al tempo dedicato e al numero di foto che si inseriscono, si può arrivare a sfruttare fonti di guadagno esterne inserendo annunci pubblicitari, e ottenere così un ritorno economico. Lo sappiamo cosa state pensano: in Rete ci sono migliaia di blog, come riuscire ad emergere? Se si possiede un occhio e uno stile molto personale, si può tranquillamente guadagnare con le foto realizzate, l’importante è avere uno sguardo originale e riconoscibile, anche delle tematiche costanti e ricorrenti che aiutino a focalizzare il proprio centro di interesse artistico, e avere una certa regolarità nell’aggiornare i contenuti. Il blog può trasformarsi in se stesso come un veicolo economico importante, o anche, perché no, essere l’apripista di un futuro professionale in qualche magazine online che può rimanere colpito dal portfolio pubblicato e offrire una chance lavorativa concreta.

    Usare Snapwire per avere delle entrate

    Lanciato qualche anno fa con molto successo, Snapwire è un’applicazione che ha dato l’opportunità anche a molti dilettanti e fotografi amatoriali di poter guadagnare con le proprie foto e avere qualche entrata aggiuntiva. Come funziona? Si tratta di una piattaforma in cui chi ha bisogno di una fotografia per un sito, una campagna pubblicitaria o altro, crea un annuncio con tutte le specifiche necessarie, lasciando ai fotografi l’opportunità pertanto di proporre su commissione i propri lavori, ed essere magari selezionati ottenendo naturalmente dei soldi in cambio. Se una sola vendita di foto certamente non cambia la vita, anche in questo caso, se ci si propone con costanza e regolarità si può tranquillamente trasformare la propria passione per la fotografia in un secondo lavoro ben pagato.

    Vendere le proprie foto alle banche immagini

    Non si tratta con tutta probabilità della maniera più remunerativa, ma senz’altro è il metodo più facile per guadagnare con la fotografia, quello consigliato per chi è inesperto e non sa bene come approcciare questo mondo: sul web vi sono infatti molti siti web che permettono di caricare e vendere le proprie foto, come iStock o Shutterstock, solo per citare un paio delle piattaforme più famose. Il funzionamento è estremamente semplice, basta iscriversi e seguire le istruzioni riportate per creare il proprio profilo: per quanto riguarda le entrate di denaro, questi siti richiedono  una percentuale sui propri ricavi, un importo variabile compreso tra il 20 e il 50 per cento. Anche in questo caso la singola foto non offre chissà qualche svolta economica o professionale, ma puntando sulla quantità e il volume di lavoro si può arrivare ad avere in effetti un piccolo reddito fisso, un ottimo modo per avere delle entrate aggiuntive e far conoscere il proprio lavoro: e chissà che una foto pubblicata non possa essere scelta per qualche campagna pubblicitaria, creando le premesse di una svolta professionale vera e propria.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here