Climatizzare casa, tre modi per risparmiare sulla bolletta

    0
    36

    Climatizzare casa, come risparmiare

    Per climatizzare casa al meglio non è affatto necessario usare in maniera smodata le apparecchiature a disposizione, giacché sono in grado di consumare parecchia energia elettrica: basta infatti seguire una serie di accorgimenti per risparmiare e climatizzare casa allo stesso tempo, ottenendo così un contenimento delle spese sulla bolletta della luce, che non fa mai male visti i continui rincari. Ma come risparmiare e climatizzare l’abitazione? Quali sono le tecniche per ottimizzare le prestazioni di questi apparecchi e fare in modo che la casa o l’ufficio restino comunque freschi?

    Impostare la temperatura corretta per climatizzare casa

    Invero non ci sono grandi segreti da svelare, si tratta semplicemente di regole di buon senso che aiutano ad eliminare gli sprechi, facendo in modo di poter godere degli agi di un climatizzatore, ed ottenere un benefico aiuto sia per l’ambiente che per le nostre tasche: innanzitutto è necessario impostare una temperature corretta per climatizzare la casa risparmiando energia, poiché non c’è alcun bisogno di trasformare una stanza in una succursale del Polo Sud per restare freschi. Basta infatti abbassare di circa 5 gradi la temperatura rispetto a quella ambientale per ottenere la giusta freschezza, eliminando l’umidità dall’aria circolante che aumenta a dismisura il calore percepito, evitando allo stesso tempo di lasciare impostate quelle temperature troppo basse che molto spesso sono cause di malanni, generando un’eccessiva  differenza tra la stanza climatizzata e l’ambiente esterno.

    Scegliere una posizione strategica

    Oltre che l’impostazione della temperatura, per climatizzare casa nel migliore dei modi è importante piazzare l’apparecchio nella posizione ideale in fase di installazione, garantendo in questo modo una migliore resa con minori costi di esercizio. Il climatizzatore va installato su una parete, nella parte più alta possibile, in modo che l’aria fredda possa agire al meglio su quella calda asciugando l’umidità, e l’altezza evita che vi siano potenziali ostacoli che ridurrebbero l’efficienza del climatizzatore.

    Gli esperti invece sconsigliano di piazzare il climatizzatore in un corridoio, giacché in questo modo la zona di passaggio resterebbe fredda, mentre le stanze adiacenti non beneficerebbero abbastanza dell’azione dell’apparecchio, che in questo modo sarebbe costretto ad essere spinto al massimo delle sue prestazioni, l’esatto opposto del nostro primo consiglio su come climatizzare casa risparmiando.

    Una buona manutenzione allunga le prestazioni nel tempo

    Un terzo suggerimento utile su come climatizzare casa risparmiando sulla bolletta riguarda l’allungamento delle prestazioni nel tempo con una buona manutenzione. Oltre a scegliere un apparecchio classe energetica A, che assicura qualità delle prestazioni coniugandole con risparmio e benessere in chiave ecologica, è essenziale pulire con regolarità i filtri dell’aria, a seconda anche del numero di ore di utilizzo effettivo del climatizzatore. Almeno una volta l’anno andrebbero controllati il gas e le tubazioni, e suggeriamo di rivolgersi a personale qualificato per svolgere questo tipo di operazione. Infine è bene coibentare le tubature esterne, oltre che evitare di installarle con esposizione diretta ai raggi solari, in modo da prevenire danni ed agire ulteriormente sui consumi in bolletta.

    Seguendo questi tre semplici consigli sul risparmio, è possibile climatizzare casa nella migliore maniera, guadagnandoci in salute e nel portafoglio. Un consiglio supplementare in ultimo che vogliamo fornire a voi lettori forse è già noto, ma conviene ulteriormente sottolinearlo, che male non fa, e riguarda l’acqua raccolta, frutto della condensa dell’umidità dell’aria: questa acqua depositata nel serbatoio dei climatizzatori può essere riutilizzata in vari modi, per innaffiare le piante come per l’utilizzo del ferro da stiro, essendo priva di sostanze calcaree dannose. Una maniera ulteriore di risparmiare e fare bene all’ambiente circostante imparando l’arte di riciclare i materiali di scarto.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here