MUTUO A TASSO FISSO | CASSA DI RISPARMIO DI RAVENNA

0
38

Il mutuo offerto da Cassa di Risparmio di Ravenna agevola l’acquisto della casa

Sia il tasso di interesse sia l’importo delle singole rate periodiche non subiscono variazioni nel corso del piano rimborso, come previsto per tutti i mutui con tasso di riferimento fisso. Tale staticità , tuttavia, preclude al mutuatario di godere di eventuali variazioni al ribasso dei tassi di mercato, sebbene l’opzione a tasso fisso consenta, al contempo, di realizzare all’atto di sottoscrizione del contratto e l’importo delle singole rate , e la misura del tasso medesimo
L’importo massimo mutuabile, come da regolamento, non potrà essere inferiore ai 30.000,00 euro, con tetto massimo all’80% del valore dell’immobile soggetto a perizia. Il piano di ammortamento, di durata massima decennale (minimo 36 mesi), è alla francese con rate, costanti, a cadenza mensile/trimestrale/semestrale.

CONDIZIONI ECONOMICHE DEL MUTUO

Il TAEG massimo sarà del 9,8500%, con TAN all’8,40% , quale risultante dalla somma tra parametro di indicizzazione Irs e spread vigente (5,50%).

SPESE ACCESSORIE DEL MUTUO

Di seguito alcune voci che troverete nell’elenco delle spese accessorie: istruttoria (0,75% sull’importo nominale del mutuo, minimo euro 125,00), incasso rata (euro 3,30 se mensile), invio comunicazioni.
Inoltre il cliente deve sostenere ulteriori costi relativi a servizi prestati da soggetti terzi:
– Perizia Tecnica, secondo quanto reclamato dal perito incaricato dal cliente, gradito alla banca (circa 200,00 euro + IVA);
– Adempimenti Notarili, secondo quanto reclamato dal notaio prescelto dal cliente
– Assicurazione Fabbricati (Incendio Scoppio e Rischi Diversi), offerta da Assicurazione Generali e con premio pari allo 0,35 per mille della somma assicurata (solo per immobili residenziali).
Per tutta la durata del mutuo, la parte mutuataria ha l’obbligo di assicurare gli immobili oggetto della garanzia ipotecaria contro i rischi di incendio, fulmine e scoppio. L’assicurazione deve essere stipulata con compagnia assicurativa di gradimento della banca. La polizza deve essere vincolata a favore della banca ed il valore da assicurare sarà indicato dalla banca stessa.

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL MUTUO

Con un preavviso di almeno 5 giorni lavorativi, senza obbligo di corresponsione ulteriore (penali, oneri agguntivi), il mutuatario potrà chiedere l’estinzione anticipata del mutuo che, se totale, comporterà la chiusura del rapporto contrattuale con la restituzione del capitale ancora dovuto prima della scadenza del mutuo.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here