MUTUO A TASSO VARIABILE | BANCA DI ROMAGNA

0
34

Banca di Romagna Mutuo ipotecario a tasso variabile è la forma di finanziamento convenzionalmente utilizzata per l’acquisto di immobili per uso abitativo: i destinatari sono individuati, quindi, in persone fisiche mosse da interessi puramente personali e giammai economico-imprenditoriali. La presenza del tasso variabile trova spiegazione nell’esigenza di fornire al cliente un finanziamento in cui il tasso iniziale può variare in funzione dell’andamento dei parametri di mercato espressamente sanciti nel contratto, con periodicità prestabilità. Il rischio principale di questa tipologia di mutuo consiste nell’aumento imprevedibile, consistente, cosiccome inevitabile, dell’importo o del numero delle rate. Al contempo, la variabilità del tasso d’interesse rappresenta un punto di forza, in quanto permette al cliente mutuatario di godere di un finanziamento perennemente in linea con le fluttuazioni di mercato, con ovvi risvolti vantaggiosi (riduzione dell’importo e del numero delle rate).
L’importo mutuabile non può superare l’80% del valore dell’immobile, mentre il piano di ammortamento, di durata oscillante tra i 5 ed i 35 anni , è alla francese e consta di rate a cadenza mensile.

Condizioni economiche del mutuo

Il TAEG discende dalle decisioni del cliente sottoscrittore in merito alla durata del piano di ammortamento, all’importo mutuato e al parametro di indicizzazione assunto: il TAEG massimo, in caso di mutuo ventennale indicizzato Euribor 3/6 mesi di euro 100.000,00, si assesterà al 4,52%. Il TAN si ottiene sommando parametro Euribor e spread vigente e sarà del 4,20%, per una rata mensile di euro 619,58 (passibile di variazioni al rialzo o al ribasso del 2% nell’arco dei due anni successivi)

Spese accessorie del mutuo

Tra le spese accessorie correlate al mutuo, si annoverano diritti d’istruttoria (0,30% dell’importo erogato, minimo 150,00 euro), perizia tecnica (a carico del cliente), incasso rata (3,00 euro), invio comunicazioni (3,80 euro), imposta sostitutiva (0,25% dell’importo erogato). Inoltre la parte mutuataria si obbliga a tenere assicurato il fabbricato fino alla estinzione del mutuo presso una compagnia di gradimento della banca, per il valore che sarà indicato dalla banca medesima, contro l’incendio il fulmine e lo scoppio del gas, vincolando la polizza a favore della banca, ad assicurare i fabbricati che venissero successivamente eretti, a pagare a scadenza i premi relativi; in difetto, la banca potrà provvedervi direttamente ed esigere l’immediato
rimborso delle spese sostenute, maggiorate di interessi di mora ai tassi stabiliti nel presente contratto.

Estinzione anticipata del mutuo

Al cliente è garantito il diritto di estinguere anticipatamente, in tutto o in parte il mutuo casa, senza un particolare preavviso e senza dover pagare alcuna penale. A seguito dell’estinzione totale si otterrà chiusura del rapporto contrattuale con la restituzione del capitale non ancora versato, prima della scadenza del mutuo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here