MERCATO AUTO, ANCHE LE AUTO DI LUSSO VENGONO SNOBBATE

0
33

Ancora in calo il mercato auto

Il trend degli ultimi mesi presenta il segno negativo come unico e indissolubile biglietto da visita rendendo impossibile ai potenziali acquirenti anche solo il pensiero di acquistare vetture nuove. Pagare un’auto chiavi in mano, neanche a dirlo, sembra pura utopia.
Troppo altisonanti, ormai, i costi di gestione che una vettura comporta. Le aliquote, poi, hanno iniziato una crescita vertiginosa che non accenna a diminuire.

Il mercato auto di lusso rallenta come mai era accaduto prima

Rendiamo noto, ancora, i dati rilasciati da Federauto relativi alle vendite auto delle case più esclusive. A storcere il naso, incredibilmente, ci sono anche due “mostri sacri” come Ferrari e Maserati. Il primo trimestre 2012 ha segnato un calo di vendite enorme rispetto allo stesso rapporto effettuato nel 2011. Maserati, infatti, presenta una perdita spaventosa. Pari al 70% delle vendite. Leggermente meglio (e neanche tanto) ha fatto Ferrari. Il calo, in questo caso, è stato del 51,5%.
Dati che, se perpetueranno nel corso del 2012, condurranno, irrimediabilmente, a una perdita economica di 105 milioni di euro per le casse dello Stato.

Filippo Pavan Bernacchi sulla situazione del mercato auto: “Le scelte del Governo hanno terrorizzato gli acquirenti”

Dura e rabbiosa è stata la presa di posizione di Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto. Ecco le dichiarazioni che il dirigente ha rilasciato ai microfoni dell’Ansa sulla situazione del mercato auto:
“La contrazione delle vendite registrata nel primo trimestre di quest’anno di Ferrari e Maserati testimonia come le scelte intraprese dal Governo abbiano letteralmente terrorizzato i potenziali clienti. Anche quelli, e sono la stragrande maggioranza, che nulla avrebbero da temere dall’Agenzia delle Entrate”.
Qualunque sia la motivazione di quest’incredibile crisi, i dati relativi a un settore auto che, per sua natura, non ha alcun timore reverenziale di spese folli, lasciano grandi interrogativi:
Se anche i ricchi si guardano bene dal compiere acquisti, i ceti minori a chi dovranno rivolgersi? Come farà il mercato auto a risollevarsi?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here