CESSIONE DEL QUINTO | BANCA CESARE PONTI | DAMMI IL CINQUE PENSIONE

0
87

Cessione del quinto “Dammi il Cinque”, il prestito su misura per i pensionati

Questo Prestito con cessione del quinto si rivolge a tutti i pensionati dell’ente previdenziale Inps. L’età massima di chi richiede il prestito non può essere superiore a 85 anni (83 alla richiesta del prestito) alla scadenza del piano d’ammortamento. Il cliente ha facoltà di usufruire a proprio piacimento della cifra richiesta. Alla richiesta di attivazione del prestito, la Banca Cesare Ponti richiede, oltre ai documenti di identificazione, l’ultimo cedolino pensionistico.

Le caratteristiche tecniche del prestito con Cessione del Quinto “Dammi il Cinque” :

La Banca Cesare Ponti può erogare prestiti fino a 80.000 euro, rimborsabili da un minimo di 24 fino ad un massimo di 120 mesi. Il prestito può essere stipulato presso tutti gli sportelli Banca Cesare Ponti. Il rimborso avviene tramite trattenute sul libretto pensionistico, con scadenza mensile, fino ad 1/5 (massimo) della pensione. L’erogazione avviene in un’unica soluzione tramite bonifico bancario sul conto corrente del cliente o tramite assegno circolare. Il tasso è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento.

Un esempio di prestito Con Cessione del Quinto “Dammi il Cinque” della Banca Cesare Ponti:

Se, ad esempio, scegliamo di rimborsare un prestito di 18.845,10 euro in 108 mesi, la rata mensile ammonterà a 240 euro, con un TAN del 7,45%. Al piano d’ammortamento indicativo vanno aggiunte le commissioni e le spese d’assicurazione. Spese accessorie: 14,62 euro di imposta di bollo. Non sono previste spese di incasso rata. Il cliente è per legge obbligato a sottoscrivere un’assicurazione sulla vita a copertura del credito. Il costo massimo è del 166,10 per mille dell’importo finanziato. La penale per l’estinzione totale anticipata ammonta all’1% dell’importo rimborsato in anticipo se il contratto ha vita residua superiore ad un anno, ovvero allo 0,5% dell’importo se il contratto ha vita residua pari o inferiore ad un anno. Il diritto di recesso può essere esercitato dal consumatore entro 14 giorni dalla conclusione del contratto, inviando raccomandata AR.
Rischi e vantaggi sono entrambi nella scelta del tasso fisso: il cliente potrebbe non privilegiare di eventuali fluttuazioni al ribasso dei tassi, potrebbe altresì essere al riparo da eventuali fluttuazioni al rialzo. Le spese accessorie previste sono poche, il tasso fisso previsto dalla banca è nella norma.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here