MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE | BCC DI TUSCOLO

0
40

Tra le svariate formule di mutuo offerte da Bcc di Tuscolo per l’acquisto di immobili per uso abitativo, è necessario segnalare il mutuo a tasso variabile: tale finanziamento prevede un tasso di interesse tendenzialmente variabile, a cadenze prestabilite, in relazione all’andamento di uno o più
parametri specificatamente indicati nel contratto di mutuo. Il rischio principale è l’aumento imprevedibile e consistente del tasso di interesse e delle singole rate. Se ne consiglia il ricorso a chi vuole un tasso sempre allineato con l’andamento del mercato e, quindi, può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate. E’ rivolto a persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale o professionale eventualmente svolta. L’importo massimo non può eccedere i 150.000,00 euro. Il piano di ammortamento, di durata massima ventennale, è alla francese ed è caratterizzato da rate a scadenza mensile.

CONDIZIONI ECONOMICHE DEL MUTUO

Il valore del TAEG è strettamente correlato alla durata del mutuo ed alla cadenza delle rate: in caso di mutuo ventennale, di euro 100.000,00, a rata mensile, si assesterà al 4,772% , mentre il TAN sarà equivalente alla somma tra spread e tasso di rifinanziamento principale Bce. Di seguito i diversi piani d’ammortamento, per durata mutuo (finanziamento di euro 100.000,00):
• Mutuo decennale-tasso di riferimento 4,65%-rata mensile euro 1.039,11;
• Mutuo quindicennale- tasso di riferimento 4,65%-rata mensile euro 767,89;
• Mutuo ventennale-tasso di riferimento 4,65%-rata mensile euro 635,71.
Lo schema esemplificativo non contempla eventuali variazioni del tasso di riferimento su base biennale.

SPESE ACCESSORIE DEL MUTUO

Tra di esse, è doveroso citare: istruttoria (2 per mille dell’importo rogato, con un importo minimo di euro 150,00), perizia tecnica, sollecito di pagamento, incasso rateale (3,10 euro), invio comunicazioni (1,55 euro, ma solo nel caso in cui i documenti richiesti abbiano forma cartacea), spese notarili (a carico del mutuatario, in base alle tariffe di categoria), assicurazione immobile.

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL MUTUO

E’ fermo il diritto per il cliente di estinguere anticipatamente, e senza preavviso, tutto o parte del mutuo, senza dover pagare alcuna penale, compenso od onere aggiuntivo. L’estinzione totale comporta la chiusura del rapporto contrattuale con la restituzione del capitale ancora dovuto prima della scadenza del mutuo, oltre gli interessi e le spese di istruttoria non ancora percepite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here