CESSIONE DEL QUINTO | BCC DI SANT'ELENA | DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI

0
16

La Cessione del Quinto “Dipendenti pubblici e pensionati” della Bcc di Sant’Elena, tramite Logos, è il prestito adatto a chi sceglie di ottenere un prestito tramite il proprio datore di lavoro o la propria pensione. Tale cessione del quinto si rivolge ai lavoratori dipendenti pubblici, privati o parapubblici e ai pensionati di qualsiasi ente previdenziale. Il cliente ha facoltà di usufruire a proprio piacimento della cifra richiesta. Alla richiesta di attivazione del prestito, la Bcc di Sant’Elena richiede, oltre ai documenti di identificazione, l’ultima busta paga o il cedolino della pensione.

Le caratteristiche tecniche del prestito Con Cessione del Quinto “Dipendenti pubblici e pensionati” :

La Bcc di Sant’Elena può finanziare sino a 52.000 euro, il piano d’ammortamento va da un minimo di 24 a un massimo di 120 mesi. La cessione del quinto può essere stipulata presso tutti gli sportelli Bcc di Sant’Elena. Il rimborso avviene tramite trattenute sulla busta paga o sul cedolino pensionistico, con scadenza mensile, fino ad 1/5 (massimo) dello stipendio. L’erogazione avviene in un’unica soluzione tramite bonifico bancario sul conto corrente del cliente o tramite assegno circolare. Il tasso è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento.

Un esempio di prestito Con Cessione del Quinto “Dipendenti pubblici e pensionati” della Bcc di Sant’Elena:

È bene ricordare che le condizioni della cessione del quinto variano a seconda dell’età, del sesso, del tipo di lavoro (e quindi del contratto) e della retribuzione netta. Se, ad esempio, in qualità di dipendenti pubblici, scegliamo di rimborsare un prestito di 5.593,96 euro in 24 mesi, la rata mensile ammonterà a 250 euro, con un TAN del 6,82%. È prevista una commissione di istruttoria di 350 euro. Altre spese accessorie: 3 euro di incasso rata, 14,62 euro di imposta di bollo. La legge prevede la sottoscrizione obbligatorie di coperture assicurative sulla vita e sulla perdita d’impiego a garanzia del rimborso del credito (le polizze ammontano al 14% del montante per il “Rischio Vita e Perdita impiego”, al 17% del montante per il “Rischio Vita” dei pensionati). La penale per l’estinzione totale anticipata ammonta all’1% dell’importo rimborsato in anticipo. Il diritto di recesso può essere esercitato dal consumatore entro 14 giorni dalla conclusione del contratto, inviando raccomandata AR.
Rischi e vantaggi sono entrambi nella scelta del tasso fisso: il cliente potrebbe non privilegiare di eventuali fluttuazioni al ribasso dei tassi, potrebbe altresì essere al riparo da eventuali fluttuazioni al rialzo.
Il tasso fisso previsto dalla banca è nella norma e le spese accessorie della cessione del quinto non sono molte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here