CREDITO BERGAMASCO MUTUO “GENIALE”A TASSO VARIABILE CON PASSAGGIO A TASSO FISSO

    0
    12

    Mutuo Geniale a tasso misto (tasso variabile convertibile in tasso fisso), è un finanziamento a medio/lungo termine in cui il tasso di interesse iniziale è variabile; il cliente ha la facoltà, esercitabile in qualsiasi momento, di ottenere l’applicazione del tasso fisso per una durata non superiore a quella residua del mutuo e comunque non inferiore a 3 anni. In quanto finanziamento a tasso misto, il tasso di interesse può passare da variabile a fisso (e viceversa) a scadenze e/o a condizioni stabilite nel contratto. Il contratto indica se questo passaggio dipende o meno dalla scelta del cliente e secondo quali modalità la scelta avviene.
    Vantaggi e svantaggi sono alternativamente quelli del tasso fisso o del tasso variabile: impossibilità di sfruttare eventuali riduzioni del tasso di mercato, sicurezza circa l’importo delle singole rate (tasso fisso), aumento imprevedibile e consistente dell’importo e del numero delle rate, possibilità di beneficiare delle eventuali congiunture positive del mercato finanziario).
    Il tasso misto è consigliabile a chi al momento della stipula preferisce non prendere ancora una decisione definitiva sul tipo di tasso. L’importo massimo finanziabile non può eccedere l’80% del valore dell’immobile (come certificato da perizia), ed il piano di ammortamento, alla francese e di durata oscillante tra i 5 ed i 30 anni, si compone di rate a cadenza mensile, comprensive di quota capitale ed interessi.

    CONDIZIONI ECONOMICHE DEL MUTUO

    TAEG e TAN verranno valutati in relazione al parametro di indicizzazione vigente (Irs tasso fisso, Euribor 1 mese tasso variabile). Esemplificativamente, ipotizzando un mutuo di euro 100.000,00 di durata trentennale,il TAEG si assesterà al 5,617%, con rata mensile di euro 1.042,71 (spread 3,25%). Qual’ora si risultasse già soci del Bp, le condizioni risulteranno essere più vantaggiose (TAEG 4,560%, rata mensile euro 1.018, 69, spread 2,75%).

    SPESE ACCESSORIE DEL MUTUO

    Le spese accessorie risultano essere quelle rituali: istruttoria (2,00% standard, 0,50% soci Bp), commissioni incasso rata (2,75 euro standard, 0,75 euro soci Bp), perizia tecnica (320,00 euro). Le spese per la gestione pratica ed invio di eventuali comunicazioni non sono previste.

    POLIZZA ASSICURATIVA DI MUTUO “GENIALE”

    Il cliente ha facoltà di abbinare al mutuo il prodotto assicurativo denominato “Polizza CPI” collocato dalla banca a copertura dei seguenti rischi:
    • morte
    • invalidità permanente totale da infortunio o malattia
    • inabilità temporanea totale
    • perdita di impiego
    • ricovero ospedaliero.
    La polizza CPI prevede il pagamento di un premio unico, pagato anticipatamente o finanziato col mutuo stesso, alle seguenti tariffe:
    1. tariffa standard: 0,028% calcolata in funzione dell’ importo del mutuo e della sua durata espressa in mesi (quota di retrocessione banca pari al 45% del premio versato al netto delle
    imposte)
    2. tariffa Soci BP: 0,0246% calcolata in funzione dell’ importo del mutuo e della sua durata espressa in mesi (quota di retrocessione banca pari al 38,25% del premio versato al netto delle imposte).

    ESTINZIONE ANTICIPATA

    Il cliente può estinguere anticipatamente in tutto o in parte il mutuo con preavviso di almeno 45 giorni, e in ogni caso, in coincidenza con le date di scadenza delle rate, senza dover pagare alcuna penale, compenso o onere aggiuntivo. L’estinzione totale comporta la chiusura del rapporto contrattuale con la restituzione del capitale ancora dovuto prima della scadenza del mutuo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here