Buone notizie dall’Europa: costo del denaro costante all’1,50%

0
10

La BCE rassicura: costo del denaro costante

Nel corso dell’ultima riunione della Banca Centrale Europea si è deciso di mantenere il costo del denaro costante all’1,50%. La decisione è stata presa all’unanimità dai vertici della BCE e per il futuro Trichet ribadisce la volontà di mantenere un’accomodante politica monetaria. Al contrario l’azione di controllo sull’andamento dei prezzi resterà elevata.
In merito al recente acquisto di titoli di Stato emessi da Spagna e Italia il banchiere ha preferito essere evasivo, tuttavia, ha lasciato intendere che tali operazioni sono di natura temporanea e giustificate dalla difficile condizione in cui versano attualmente alcuni paesi dell’Eurozona.

Costo del denaro costante ma le banche non sono pienamente soddisfatte

Anche se la Bce ha mantenuto il costo del denaro costante, gli analisti di alcuni istituti di credito, tra cui IntesaSanpaolo, hanno fatto notare che le condizioni finanziarie della banche si sono fatte più stringenti rispetto ad un mese fa: nonostante i tassi di interesse siano ancora bassi e la politica monetaria resti piuttosto conciliante, i mercati restano ancora ostili.
Per il momento Trichet ha annunciato che nei prossimi mesi la BCE adotterà un approccio più soft e che quindi ulteriori rialzi dei tassi sembrano fuori discussione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here