Spread sul mutuo: un valore su cui fare chiarezza

    0
    62

    Cos’è lo spread sul mutuo


    Lo spread sul mutuo è un valore percentuale da valutare con attenzione quando si intende richiedere un prestito per l’acquisto dell’abitazione. Le banche, quando promuovono i loro mutui, fanno un largo uso di questo termine, anche se non tutti sanno davvero in che cosa esso consista.
    Per spread si intende il ricarico che ciascun istituto di credito applica sul costo del denaro. Nella sostanza, la banca non fa altro che acquistare denaro all’ingrosso dalla Banca centrale europea, o da altri istituti di credito, per poi rivenderlo al cliente finale a un prezzo maggiorato, comprensivo dei costi d’intermediazione. Tale attività è definita appunto spread. Ci sono però anche altri fattori che determinano la variazione percentuale dello spread sul mutuo, come ad esempio, la quota di contratti derivati attraverso il quale la banca riesce a coprire il prestito dalle fluttuazioni dei tassi e dai rischi di credito. Dunque, la banca non ottiene utili su tutto lo spread ma solo su una percentuale di esso.

    Com’è cambiato lo spread sul mutuo dal 2008 ad oggi

    Prima del 2008, anno in cui il fallimento della Lehman Brothers ha generato la crisi del settore finanziario, gli spread sul mutuo erano più bassi, aggirandosi intorno allo 0,7 per cento. Oggi, invece, la media è salita dell’1,29% per il variabile e dell’1,32% per il fisso. Alcune banche addirittura hanno spread che superano il 2 per cento. Questi valori medi sono molto utili per quei clienti che si trovano in procinto di richiedere un mutuo e devono necessariamente valutare se stanno acquistando un buon prodotto. In questo periodo, ad esempio, la banca Monte dei Paschi di Siena sta offrendo mutui con uno spread di oltre il 2%, dopo aver proposto nel 2010 offerte più concorrenziali. Anche l’UniCredit ha di recente innalzato il margine all’1,6 per cento. In particolare, questa strategia di aumentare la percentuale di spread sul mutuo è adottata dalle banche quando intendono offrire temporaneamente meno prestiti per l’acquisto della casa.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here