Inaspriti i criteri di erogazione prestiti a famiglie e imprese: i dati nell'indagine Bankitalia sul primo trimestre 2011

    0
    15

    Secondo l’indagine Bankitalia i criteri per richiedere un prestito sono più severi


    Nel trimestre gennaio-marzo 2011 l’indagine Bankitalia ha rilevato un certo inasprimento delle banche italiane nei criteri di erogazione dei prestiti a famiglie e imprese: l’indagine sul credito bancario è stata condotta nell’ambito dell’Eurosistema (comprende la Bce e le Banche centrali nazionali di tutti gli Stati dell’Unione che hanno introdotto l’euro nella terza fase della UEM. Attualmente ne fanno parte quindici banche centrali nazionali ed è governato dal Consiglio direttivo e dal Comitato esecutivo della BCE). Le prospettive elaborate dagli esperti, per quanto riguarda il settore dei finanziamenti nel prossimo trimestre, preannunciano una maggiore stabilità per le erogazioni di credito alle aziende e una leggera contrazione per quelli alle famiglie.

    I dettagli dell’indagine Bankitalia

    Nello specifico, l’indagine Bankitalia evidenzia un maggiore margine utilizzato dalle banche sui prestiti alle aziende, in particolare per quelli con un più elevato tasso di rischio e una lieve contrazione su quelli erogati alle famiglie per i mutui e il credito al consumo.
    Le richieste di prestiti da parte delle imprese nel prossimo trimestre sono previste in aumento rispetto all’inizio del 2011. La domanda di prestiti proveniente dalle famiglie, invece, dovrebbe rimanere stabile. Non emergono dall’indagine Bankitalia variazioni per quanto riguarda gli investimenti fissi, mentre sono in leggero calo la domanda per fusioni e acquisizioni.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here