Il prestito “ Prontissimo” di Poste Italiane

    1
    16

    La crisi economica in Italia, almeno per il momento, non accenna a diminuire e ciò comporta da parte delle famiglie italiane un continuo ricorrere a richieste di prestiti, per poter far fronte alle sempre crescenti esigenze di liquidità.
    Questo fenomeno spinge sempre di più Istituti di credito e Banche a studiare nuovi prodotti che possano risultare flessibili e convenienti, onde soddisfare le richieste dei consumatori.
    Negli ultimi anni stanno guadagnando non poco terreno le Poste Italiane che sono in grado di offrire all’utente proposte di finanziamento molto concorrenziali rispetto a quelle presenti sul mercato finanziario, grazie ad accordi chiusi con grandi realtà bancarie, quali la tedesca Deutsche Bank e, recentemente, anche Compass.
    Oggi Poste Italiane è pronta ad offrire un prestito personale denominato “Prontissimo”, che eroga un importo fino a 10 mila euro rimborsabili in comode rate mensili, con durate da 24 a 72 mesi.
    Prontissimo è un finanziamento richiedibile da qualsiasi tipologia di lavoratore (dipendente o autonomo) che non abbia superato il 70esimo anno di età alla scadenza dello stesso e che viene offerto con tasso nominale del 12,50%  (taeg 13,25%).
    Si può accedere a tale tipologia di prestito anche se non si è correntisti di Poste Italiane, semplicemente recandosi in uno dei numerosi sportelli presenti in tutta Italia, muniti di documenti anagrafici e reddituali, utili per istruire la richiesta ed ottenere una risposta rapida (48 ore circa).
    Non sono previsti oneri in caso di estinzione anticipata, nè spese di istruttoria ed incasso rata ed il pagamento della stessa può avvenire anche tramite bollettini postali.
    Il modulo per la richiesta di Prontissimo è reperibile presso le filiali di Poste Italiane o scaricabile sul suo sito ufficiale, compresi i fogli informativi che è sempre importante leggere con attenzione prima di procedere con l’istruttoria della propria pratica.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here