Fondo nuovi nati: un prestito agevolato dedicato al bebè

    1
    14

    A differenza di qualche anno fa, quando per i nuovi nati era stato istituito in Italia il cosiddetto ” bonus bebè”, consistente in un assegno una tantum di mille euro, per dare un sostegno, seppur minimo ai neo genitori, oggi è possibile ricevere una somma fino a 5 mila euro, ma è cambiata la formula.
    Non si tratta più di un “premio” per l’arrivo del nuovo bambino, bensì di un prestito a tasso agevolato, rivolto esclusivamente a chi ha avuto o adottato un bimbo dal 2009 al 2011, restituibile in 5 anni attraverso il pagamento di rate mensili.
    È stata volontà del nostro amato Governo, istituire il Fondo nuovi nati, atto a sostenere finanziariamente l’ iniziativa. Sono già numerose le Banche che hanno aderito ad essa e tante altre se ne aggiungeranno nel breve termine, grazie proprio alla  garanzia offerta dallo Stato.
    Il prestito in questione, pensato per offrire sostegno alla prima infanzia, prevede un interesse scontato di almeno il 50% rispetto a quello di un normale finanziamento dato alle famiglie dagli Istituti di credito, ma trattandosi pur sempre di un’operazione finanziaria, prevede il possesso di determinati requisiti, come previsto dalla normativa che regola tale iniziativa.
    La domanda per accedere al prestito può essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla nascita o all’adozione; nel caso di bambini nati o adottati nel 2009 e portatori di malattie rare è previsto un ulteriore contributo che porta alla riduzione del tasso  di interesse di uno  0,5% in più.
    In questo caso è possibile presentare domanda entro il 31.12.2011. Per richiedere l’importo previsto dal Fondo, è necessario compilare il modulo direttamente presso le Banche aderenti all’iniziativa, in cui il richiedente autocertifica il possesso dei requisiti richiesti.
    Per conoscere dettagliate informazioni e gli Istituti di credito aderenti all’iniziativa, basta collegarsi al sito www.fondonuovinati.it.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here