Quale prestito per i pensionati Inpdap?

    0
    19

    In Italia sono sempre di più i Pensionati che, vivendo della loro sola pensione hanno difficoltà ad arrivare a fine mese, a causa della crisi economica che si è abbattuta sul nostro Paese ed al caro vita.
    Le Banche non sono disposte a finanziare coloro i quali abbiano superato una certa età, chiudendo un importante canale ai pensionati che hanno bisogno di ulteriore liquidità per affrontare esigenze, a volte, anche di primaria importanza.
    Ma anche il mondo del credito si evolve, studiando nuovi prodotti che possano soddisfare le esigenze di tutti: giovani studenti, neo-sposi, titolari di imprese e adesso anche i Pensionati.
    Per loro è stato pensato un prestito veloce e sicuro, richiedibile anche in età avanzata, tramite un’operazione di cessione del quinto della pensione, che va da un minimo di mille euro ad un massimo di 60 mila euro e con durate fino a 120 mesi, completamente garantito da una copertura assicurativa che dà  tranquillità al richiedente.
    Infatti lo stesso regolamento attuativo n. 313 del 2006 ha apportato novità importanti in merito ai prestiti Pensionati Inpdap, in virtù delle quali è stata migliorata la tutela dell’anziano, che fino al compimento dei 90 anni, può usufruire di garanzie notevoli ed articolati finanziamenti, proprio come coloro i quali sono ancora in servizio.
    Oggigiorno sono numerosi gli istituti di credito in grado di offrire valide soluzioni finanziarie (sempre sotto forma di cessione del quinto) per i Pensionati Inpdap che prevedono alcune importanti caratteristiche: l’età massima del richiedente è fissata a 77 anni, i tassi del piano di ammortamento sono fissi e la somma erogata non richiede alcuna motivazione.
    Le spese di istruttoria sono ridotte, l’accredito della somma richiesta viene erogata direttamente sul conto corrente del pensionato o tramite un normale bonifico bancario e l’ accesso al prestito è consentito anche a chi ha subito pignoramenti, protesti o disguidi di natura finanziaria, mentre la rata sarà trattenuta direttamente dalla pensione.
    Vista la grande varietà di offerte presenti sul mercato, anche attraverso canali on line, è bene che i pensionati siano accuratamente informati su Tan e taeg applicati, calcolo della rata, piano di ammortamento, costi assicurativi, eventuali spese di istruttoria, onde poter scegliere il finanziamento più vantaggioso.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here