I mutui INPDAP : chi puo` richiederli e quali sono i vantaggi

    0
    11

    L’ INPDAP e` oggi l’ Ente in grado di fornire i tassi più convenienti nella panoramica dei mutui; e` difficile, anche se non impossibile, riuscire a trovare un’ offerta piu` competitiva.
    Infatti attualmente i tassi d’interesse proposti dall’ INPDAP risultano fissati nel seguente modo: 3,75% quello fisso, 3,50% per il primo anno quello variabile, che successivamente si aggancera` all’ euribor 6 mesi, maggiorato di 90 punti base.
    Non tutti, pero` possono beneficiare di questa offerta, infatti essa e` riservata soltanto ai dipendenti della Pubblica Amministrazione in servizio ed in pensione ed e` finalizzata all’ acquisto o la ristrutturazione della prima casa.
    Esiste, inoltre, un altro requisito indispensabile per poter accedere a questa tipologia di mutuo agevolato, l’ iscrizione alla “Gestione autonoma delle prestazioni creditizie e sociali” da almeno 3 anni; l’ adesione a tale Fondo, naturalmente comporta un costo che si traduce nello 0,35% trattenuto sullo stipendio lordo del dipendente e dello 0,15% sulle pensioni di importo superiore a 600 euro.
    I titolari di pensioni al di sotto di tale importo, possono accedere alla Gestione credito Inpdap, gratuitamente.
    Il mutuo puo` avere una durata che va dai 10 ai 30 anni e prevede un erogato massimo di 300 mila euro per l’ acquisto e 100 mila euro per la ristrutturazione. L’Inpdap richiede che i mutuatari non siano gia` proprietari di altra abitazione in tutto il territorio nazionale.
    Pur trattandosi di un’ operazione a tasso agevolato, sono previste alcune spese accessorie (oltre la trattenuta dello 0,35% e 0,15% operata sui redditi), ecco perche` non sempre risulta essere l’ offerta piu` vantaggiosa presente sul mercato.
    L’ Inpdap provvede, attraverso i Compartimenti Provinciali, a stilare una graduatoria ogni 3 mesi, in base ai fondi disponibili di volta in volta, per cui, chiunque abbia fatto richiesta di mutuo e rientra in essa, potra` definire la sua domanda di mutuo e vedersi erogata la somma entro 60 giorni.
    La finanziabilità e` del 90% del valore di perizia, mentre la capacita` reddituale arriva fino al 50% del reddito netto del nucleo familiare.
    Il pagamento delle rate avviene tramite bollettini MAV precompilati e trasmessi dall’ Inpdap direttamente al cliente.
    Oltre a finanziare mutui e prestiti con un proprio Fondo Crediti, alimentato dalla contribuzione obbligatoria degli iscritti Inpdap e quella volontaria dei pensionati, l’ Ente si avvale anche di convenzioni stipulate con altre Banche o Societa` Finanziarie, che erogano direttamente la somma richiesta a dipendenti e pensionati stessi, attraverso condizioni studiate appositamente per loro.
    Il vantaggio che salta all’ occhio rispetto ad altre operazioni di mutuo, e` sicuramente il tasso, molto conveniente, pero` bisogna anche essere fortunati a rientrare nella graduatoria al primo colpo e non avere fretta, perche` se non ci sono fondi, non c’e` mutuo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here