Lotta all'evasione fiscale: nuova direttiva Ue

    0
    11

    direttive Ue sulla lotta all'evasione fiscaleApprovata dai Ministri delle Finanze dell’Unione Europea la direttiva europea per la lotta all’evasione fiscale. Entro il 2015 si arriverà ad uno scambio di informazioni sui cittadini che detengono conti all’estero, sulle proprietà (dagli immobili alla pensione).
    Il testo prevede che dal 2015 gli stati membri non potranno più opporre il segreto bancario a protezione dei dati richiesti da un altro stato membro su un contribuente detentore di un conto bancario all’estero. Al termine della conferenza stampa della riunione dell’Ecofin si afferma: “Abbiamo dato un segnale al mondo. Siamo seri nella lotta contro l’evasione fiscale” e il presidente di turno, il belga Diedier Reynders sostiene che il provvedimento è importante per controllare le frodi e per il consolidamento del bilancio.
    “E’ un passo in avanti fondamentale nella lotta contro l’evasione e la frode fiscale che permetterà agli stati membri di raccogliere quanto è loro dovuto. D’ora in poi gli stati membri non potranno più sfruttare il segreto bancario per rifiutarsi di fornire informazioni, e ci saranno anche precisi limiti temporali per rispondere alle richieste di informazioni degli stati membri” commenta il commissario Ue alla fiscalità, Algirdas Semeta.
    Tremonti ritiene che “con l’intesa raggiunta siano fermati i tentativi di fare trattati bilaterali” con paesi non dell’Unione Europea. La direttiva deve ancora ricevere la conferma del Parlamento Europeo. Nel testo si legge: “impedirà a uno stato membro di rifiutarsi di fornire informazioni riguardo un contribuente di un altro stato membro sulla sola base che l’informazione è detenuta da una banca o da un istituto finanziario”.
    

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here