Gli incentivi sono un fallimento secondo il Codacons

    0
    18

    Tornano gli incentivi statali e sembra, da quello che ne dicono i media, che tutti ne siano felici. Dopo tutto in un periodo di crisi seppure leggermente minore rispetto a prima, tornano degli aiuti statali per incentivare il consumo italiano. Eppure fino ad ora abbiamo raccolto testimonianze di centinaia di commercianti che ancora non hanno ricevuto rimborsi per i soldi anticipati e rischiano il fallimento mentre gli si chiede, ancora non si sa per quanto, di anticipare soldi allo Stato in questa nuova gettata di soldi pubblici. La nuova tranche di incentivi poi è stata possibile proprio perché, in effetti, non c’è stata tutta la corsa all’acquisto che il Governo aveva previsto e a dimostrarlo sono anche i dati Istat, come denuncia la Codacons. Rispetto allo scorso anno l’indice di vendita è aumentato solo dello 0,3% un dato che non farebbe certo pensare ad un intervento positivo degli incentivi. “La variazione più negativa, infatti, è stata proprio quella del gruppo Elettrodomestici, radio, tv e registratori ferma al -2,7%”, ovvero il settore su cui lo Stato ha puntato più denaro.
    Ma lo stato, in fondo sta cercando di aiutare quelle famiglie che non possono permettersi il lusso di una casa, non sarebbe quindi più logico creare degli incentivi molto forti per chi acquista prima casa, deve restaurarla e arredarla o per le giovani coppie che decidono di metter su famiglia? Incentivi così sparpagliati non sono di aiuto per nessuno, tanto meno per i vari settori commerciali.
    Fonte:
    http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?code=696&dt=2010-10-22&src=TLB

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here