Mutui prima casa, gli aiuti dello stato non arrivano

    0
    19

    Dopo aver lamentato dei rimborsi degli incentivi bloccati per motivi burocratici ancora una volta l’incompetenza dello stato si manifesta con palese chiarezza. Gli aiuti per i mutui prima casa erogati dal ministero non sono applicabili perché mancano i moduli. Lo lamenta il Sunia, Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnataripartono male e in ritardo gli aiuti alle famiglie in difficoltà con il mutuo. è gravissimo che un provvedimento del precedente Governo, approvato a fine 2007, venga attuato solo a settembre 2010. Tre anni per assicurare un modesto aiuto a pochissime famiglie”.
    Il Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa avrebbe dovuto essere utilizzabile a partire dal 2 settembre ma il Sunia denuncia “le domande non potranno essere presentate, in quanto sul sito internet del Ministero non è disponibile il modulo. La risibile giustificazione è che sarebbe in corso di individuazione, da parte del ministero, il gestore di tutta l’operazione, ossia la solita società di capitale a cui affiderà l’incarico. Ciò che è grave e inammissibile – sottolinea Chiriacon presidente dell’associazione – è che ancora una volta, con disparità di trattamento, non viene adottata un’analoga misura di sostegno e aiuto per gli inquilini che, avendo perso il posto di lavoro o essendo colpiti da gravi malattie e invalidità, subiscono lo sfratto per morosità che in pochi mesi li priva dell’abitazione senza alternative alloggiative. Il tutto mentre con la cedolare secca il Governo si accinge a regalare ai proprietari, con redditi alti, un miliardo e mezzo di euro, con buona pace della mancanza di risorse”.

    Mutui prima casa, Sunia: “Aiuti in ritardo, sul sito del Ministero non ci sono i moduli”

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here