Conto inTasca Di Credito Valtellinese non è la migliore

    1
    16

    Conto inTasca Di Credito Valtellinese non è la migliore, non solo, secondo un recente studio di Altroconsumo – Associazione dei consumatori – la carta di credito utilizzabile come un vero conto corrente non conviene per nulla.
    Conto inTasca è la carta di credito lanciata dal Credito Valtellinese che sostituisce il conto corrente, è una carta ricaricabile su cui è infatti possibile accreditare lo stipendio, prelevare contanti, ricevere e inviare bonifici e tanto altro. Come la banca pubblicizza la carta prepagata Conto inTascaÈ gratis per tutti, per sempre! L’attivazione e il canone sono gratuiti e per averla non serve un conto corrente“. La carta è valida 5 anni con domiciliazione delle utenze gratuita e nessun canone o costo annuale, a parte logicamente i costi di utilizzo: la ricarica in filiale 2,50 euro, via Bancomat 1,50 euro, via internet 1 euro. I prelievi ATM presso altre banche in Italia e nell’area euro (1,50 euro) e fuori Italia (5 euro) e il tasso di cambio dell’1,75%.
    Non si possono certo dire cifre astronomiche ma secondo la ricerca di Altroconsumo che stila costantemente classifiche aggiornate, rispetto alle altre Carte Conto Corrente presenti sul mercato la Carta Conto inTasca si classifica solo ottava e per questo non conviene. A parità di profilo infatti, si evidenzia una spesa media annua di 36 euro. Insomma le Carte Conto Corrente come inTasca sono molte e se non si possiede un conto corrente sono anche molto utili ma quella proposta dal Credito Valtellinese non si posiziona certo bene in classifica.
    Fonte: http://www.altroconsumo.it/conto-corrente/conto-intasca-non-conviene-s280793.htm

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here