Prestiti convenienti: i consigli di Adiconsum per risparmiare

    0
    19

    “Fatto 100 il guadagno mensile di una famiglia italiana, 60 vanno via per rimborsare i prestiti contratti”. Lo ha dichiarato Fabio Picciolini, il segretario generale di Adiconsum, denunciando le  difficoltà dei consumatori italiani a far fronte alle rate mensili.
    Per evitare che un finanziamento divori le risorse economiche di un’intera famiglia, Picciolini suggerisce alcune semplici mosse:
    1) “Leggere con attenzione tutte le clausole del contratto, soprattutto quelle scritte in fondo o con i caratteri più piccoli.” Una volta firmato il contratto di finanziamento si aderisce a tutte le sue condizioni economiche e, a meno che non siano stati applicati tassi usura, non è possibile tornare indietro.
    2) “Non fermarsi mai al primo finanziamento proposto.” Picciolini suggerisce di ricorrere ai sistemi di comparazione presenti in Internet che permettono di confrontare le offerte del mercato e farsi un’idea di quanto verrebbe a costare il prestito.
    3)Valutare la convenienza dei finanziamenti per l’acquisto dell’automobile: “i prestiti finalizzati proposti dal concessionario prevedono tassi solitamente più elevati rispetto a quelli che si posso spuntare in banca”.
    Ma per riuscire a risparmiare qualcosa in più ci sono da considerare anche altre voci.
    Le coperture assicurative, ad esempio, quando non sono obbligatorie come nel caso della cessione del quinto, comportano un incremento della rata ma molto spesso non rappresentano un vero vantaggio per il cliente.
    L’anticipo di spesa per la consulenza è una spesa che non rientra nei costi di istruttoria per cui se la pratica viene respinta il cliente non potrà recuperare i soldi anticipati.
    È infine necessario verificare che il rimborso, qualunque sia la modalità predefinita, sia sempre puntuale. Un solo ritardo potrebbe comportare l’applicazione di una penale.
    fonte: ItaliaOggi 26 aprile 2010

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here