Cessione del quinto: Obblighi semplificati per dipendenti pubblici

    1
    14

    In caso di richiesta di cessione del quinto dello stipendio, solo i dipendenti della pubblica amministrazione potranno godere delle semplificazioni nelle procedure di controllo di antiriciclaggio, ma a condizione che la cessione del quinto non avvenga tramite agenti mediatori o società finanziarie.
    Per tutti gli altri resta l’obbligo di fornire informazioni necessarie all’identificazione e alla registrazione da parte dell’amministrazione finanziaria.
    Secondo quanto previsto dal nuovo Testo Unico antiriciclaggio, gli intermediari finanziari e bancari sono tenuti a rispettare gli obblighi di verifica delle clientela per prevenire il riciclaggio dei proventi di attività criminose e il finanziamento del terrorismo.
    In particolare gli intermediari finanziari hanno il dovere di identificare il cliente e verificarne l’identità sulla base di documenti, dati o informazioni ottenuti da una fonte affidabile e indipendente; identificare l’eventuale titolare effettivo e verificarne l’identità; ottenere informazioni sullo scopo e sulla natura prevista del rapporto continuativo o della prestazione professionale; svolgere un controllo costante nel corso del rapporto continuativo o della prestazione professionale.
    Ora però i tecnici del Ministero dell’Economia stanno preparando un decreto in cui sono state fissate alcune regole per la semplificazione degli obblighi di verifica della clientela.  In caso di cessione del quinto:
    •    non devono esserci intermediari tra il dipendente e l’erogazione del servizio
    •    deve essere mantenuta la base contrattuale scritta e il limite predeterminato di valore massimo per prodotto.
    •    l’esecuzione delle operazioni deve avvenire tramite conto del cliente presso un ente creditizio a cui si applica la direttiva antiriciclaggio.
    fonte: ItaliaOggi 24 aprile 2010

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here