Detrazioni fiscali, come pagare meno tasse?

Si respira già nell’aria l’ansia da dichiarazione dei redditi, la resa dei conti per tutti i lavoratori dipendenti che di solito non porta mai buone notizie. Ma come fare per risparmiare qualche centesimo ed essere così più sereni?
È molto importante, quando possibile, affidarsi da un centro di assistenza fiscale (CAF) che potrà fornirci aiuto gratuito nella compilazione dei documenti, ancora più importante, però, è informarsi sulle possibili detrazioni fiscali cui si abbia diritto. Sul sito dell’Agenzia delle entrate è possibile scaricare il modulo 730 ma soprattutto un volumetto che elenca tutte le detrazioni possibili ai fini irpef. Vi riassumiamo qui le più comuni:

  • Innanzi tutto è possibile detrarre le spese sanitarie quelle cioè per cui la farmacia ha rilasciato il cosiddetto “scontrino parlante” ovvero la ricevuta di pagamento con codice fiscale.
  • Una famiglia può anche dedurre gli interessi passivi del proprio mutuo se relativo alla prima casa di residenza.
  • Si possono inoltre scalare parte delle spese sostenute per i portatori di handicap come, ad esempio, l’aquisto di veicoli attrezzati, i cani guida etc (leggi il nostro precedente articolo sull’argomento)
  • Anche i premi delle polizze di assicurazione possono, in parte essere detratti, ma solo in alcuni casi
  • Rientrano nelle detrazioni le spese funebri,
  • le spese di istruzione (compreso l’affitto per gli studenti fuori sede)
  • il canone sportivo per i figli minori, (leggi il nostro precedente articolo sull’argomento)
  • gli assegni di mantenimento per il coniuge
  • e persino i contributi per la colf.

Insomma con un minimo di attenzione e leggendo per bene tutte le istruzioni, è possibile risparmiare un po’ di soldi anche con il fisco.
Fonte: http://www.vostrisoldi.it/articolo/come-pagare-meno-tasse/27231