Una nuova carta di credito per commercio e non per usura

    0
    12

    È uno dei temi caldi del momento, una economia che sia sostenibile ed applicabile anche all’estero, più precisamente nei paesi islamici. Si chiama sharia ed è la legge islamica che regola, tra le altre cose, il commercio per tutti i musulmani e che al momento ostacola alcune pratiche economiche occidentali ed in genere vincola gli investimenti dei musulmani nei paesi di altra religione. Per non escludere dal mercato investitori e consumatori di tale religione si è pensato bene di lanciare sul mercato la prima carta di credito che risponda ai canoni della shaira “il commercio ma non l’usura”. Si tratta di una MasterCard “islamica” lanciata dall’UM Finanzial per un primo test. La carta in questione è stata chiamata Freedom Plus MasterCard ed è una prepagata senza interessi di durata biennale che grazie alle sue caratteristiche è utilizzabile anche dai fedeli di Allah. Attivarla costerà 50 dollari e non avrà né costi di canone nè commissioni. In più offrirà sconti sui voli Etihad Airways per le nazioni orientali. Una carta di credito che potrebbe essere vantaggiosa anche per i fedeli di altre religioni e la cui diffusione potrebbe aprire le porte ad un nuovo mercato.
    Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Arriva-la-prima-carta-di-credito-a-prova-di-sharia-senza-canone-e-commissioni_250173316.html

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here