Incentivi auto, pressioni illegali dalle concessionarie

    0
    15

    Polemiche sull’inutilità degli incentivi che si alimentano di giorno in giorno, arriva adesso una nuova denuncia di Adiconsum che chiede all’Antitrust un intervento contro le concessionarie di veicoli accusate di scorrettezze nei contratti di vendita.
    Questa volta parliamo degli incentivi 2009 che fanno discutere. “Il 31 marzo 2010 –  spiega il segretario nazionale di Adiconsum Pietro Giordano  – scade infatti il termine per immatricolare i veicoli acquistati entro il 31 dicembre del 2009 con il beneficio dell’incentivo statale. Noi abbiamo segnalato da tempo le molteplici scorrettezze dei concessionari nella redazione dei contratti di vendita, in cui la vaga indicazione della data di consegna è una delle più gravi e ricorrenti“.
    In pratica per evitare che i consumatori che non potranno usufruire degli incentivi ritirino la vendita alcune concessionarie fanno pressione per un pagamento immediato anche senza consegna del veicolo, tali pressioni sono illegittime e quindi da denunciare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato come comportamento sleale ai sensi del D. Lgs. 146 del 2/8/2007. Secondo Adiconsum se il concessionario non riuscisse a consegnare la macchina in tempo utile per usufruire dell’incentivo, tranne diversa segnalazione nel contratto, dovrà consegnare il veicolo appena possibile al prezzo concordato al netto dell’incentivo o rescindere il contratto per inadempienza restituendo al compratore il doppio della caparra (art.1385 del Codice Civile).
    Fonte: http://www.repubblica.it/motori/attualita/2010/03/26/news/motori_incentivi_auto_2009-2923090/

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here