Controlli Bankitalia-Antitrust: le irregolarità delle banche

    1
    26

    Banca d’Italia “boccia” le banche in materia di trasparenza.
    L’attività ispettiva di Via nazionale negli ultimi tre anni ha condotto ad oltre 2.600 accertamenti presso gli sportelli delle banche e le direzioni generali sulla trasparenza nelle relazioni degli istituti con i clienti.
    Nel solo 2009 sono pervenuti alla Banca d’Italia circa 7.500 esposti: il caso di irregolarità più frequentemente segnalato riguarda le commissioni di massimo scoperto, su cui dovrà intervenire il legislatore.
    A fornire il quadro della situazione è stato il vicedirettore generale di Banca d’Italia, Anna Maria Tarantola, durante un intervento all’Abi: “i controlli hanno fatto emergere significativi casi di non piena osservanza della disciplina, che hanno determinato l’irrogazione di sanzioni pecuniarie, l’invio di lettere di richiamo, la sospensione della effettuazione di talune operazioni, la richiesta di restituire somme impropriamente percepite”.
    Le norme sulla trasparenza non vengono ancora applicate da tutti gli operatori del settore finanziario e in molti casi “i documenti predisposti per la clientela, nelle parti non standardizzate, sono ancora lunghi e tecnici; non in linea con i canoni di semplicità, leggibilità, snellezza richiesti dalla nuova disciplina. La terminologia usata è rimasta poco comprensibile anche su quegli aspetti per i quali le disposizioni chiedono espressamente la massima chiarezza.”
    Tante le irregolarità riscontrate anche dall’Antitrust: secondo le rilevazioni dell’autorità garante della concorrenza 23 banche hanno avuto un comportamento scorretto nella procedura della portabilità dei mutui, 3 banche  hanno agito scorrettamente sulla cancellazione delle ipoteche immobiliari. Tanti interventi hanno infine interessato il credito al consumo, le carte di credito revolving e ancora l’applicazione delle commissioni di massimo scoperto.
    fonte: ItaliaOggi 26 Marzo 2010

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here