Incentivi: abolita la DIA per alcuni lavori

    0
    18

    Il nostro motto è: tutti padroni in casa propria” ed è per questo che per rendere più snella la ripresa economica e garantire una veloce risoluzione dei lavori immobiliari il consiglio dei ministri a deciso di abolire la dichiarazione DIA per lavori di manutenzione straordinaria negli immobili. La nuova normativa riguarda una serie di interventi di vario genere purché non riguardino modifiche alle parti strutturali dell’edificio (ad esempio lo spostamento di murature portanti), non comportino aumenti di superficie o volumetria dell’appartamento, non prevedano l’unione o la frammentazione di unità immobiliari.
    Sono quindi esentati dal Dia anche

    • interventi di eliminazione di barriere architettoniche,
    • la realizzazione di opere temporanee di ricerca nel sottosuolo,
    • i movimenti di terra pertinenti all’attività agricola,
    • la realizzazione di serre mobili stagionali,
    • la pavimentazione e finitura di spazi esterni,
    • l’installazione di pannelli fotovoltaici e termici purché al di fuori della zona A (centri storici e tutelati),
    • la realizzazione di opere di arredo urbano pertinenziale e di aree ludiche senza fini di lucro.

    Le nuove norme dovrebbero spingere ancora più cittadini a ristrutturazioni ed acquisti che porteranno vantaggio a tutta l’economia rimettendola presto in moto.
    Fonte: http://www.edilportale.com/news/2010/03/normativa/ristrutturazioni-senza-dia-il-governo-liberalizza-le-manutenzioni-straordinarie_18207_15.html

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here