Arbitro bancario finanziario: ricorsi su mutui e conti correnti

    0
    8

    A 5 mesi dalla sua attivazione l’arbitro bancario finanziario, il sistema di risoluzione delle liti tra i clienti e le banche e gli altri intermediari che riguardano operazioni e servizi bancari e finanziari gestito dalla Banca d’Italia, ha ricevuto 900 ricorsi.
    Scarsa informazione sulle nuove condizioni di conto corrente, addebiti fraudolenti sulle carte di credito, mancata applicazione della normativa sulla portabilità dei mutui, costi eccessivi delle commissioni bancarie.. Sono alcuni dei casi sottoposti all’attenzione dell’Arbitro, che da aprile saranno disponibile sul sito www.arbitrobancariofinanziario.it.
    L’attività di ricorso dei tre organi collegiali di cui l’arbitro si compone – Roma, Napoli e Milano –  cresce cdel 25% ogni mese con una media di circa 180 procedimenti.
    Il maggior lavoro, stando ai primi dati di resoconto, è piovuto addosso al collegio di Milano: è al nord infatti che si è finora concentrato il maggior numero di ricorsi, il 44,6% contro il 34,6% del centro e il 20,9% del Sud.
    A registrare il maggior numero di controversie sono le banche con l’88% dei casi seguite dalle Finanziarie(7%), dalle Poste (3%) e dagli intermediari piu piccoli. Fra gli istituti di credito, sono i maggiori, i primi dieci ad accumulare la metà delle proteste.
    Quanto alle decisioni, finora l’Arbitro ne ha prese 180, equamente ripartite tra accoglimento, rigetto e cessazione della materia del contendere, il che vuol dire che un ricorso su tre si risolve con un accordo prima della pronuncia.
    fonte: Corriere della sera 19 marzo 2010

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here